E’ iniziata la stagione della mela Kanzi®

Alcuni consigli per acquistare e conservare le mele

Da autunno a primavera è disponibile la mela coltivata nel cuore dell’Alto Adige: succosa, dall'inconfondibile sapore dolce-acidulo e ricca di vitamina C

La mela è il frutto più acquistato in Italia insieme agli agrumi, e il suo momento d’oro va dall’autunno alla primavera: proprio il periodo in cui sui banchi dei fruttivendoli e nei reparti ortofrutta di supermercati e ipermercati si trova Kanzi®, la mela coltivata nel cuore dell’Alto Adige dalla polpa croccante e succosa e dall’inimitabile bilanciamento di dolcezza e acidità.

Il motto di Kanzi® è “Seduce Life”, un invito a cogliere il meglio dalla vita in modo positivo e divertente: proprio come l’Uomo Kanzi, il testimonial della mela in una serie di divertenti video di Youtube che sottolineano in modo ironico il concentrato di gusto, freschezza ed energia della mela più invitante in natura. La mela è anche il frutto perfetto per affrontare l’autunno e l’inverno: il suo contenuto di sostanze antiossidanti è utilissimo per affrontare i mesi più freddi. In particolare, Kanzi® è una delle varietà con la più alta concentrazione di vitamina C, secondo lo studio del progetto Apfel-fit sviluppato dal centro di ricerca Laimburg.

Ma come gustare la mela al meglio? In occasione dell’inizio della stagione, ecco i consigli di Kanzi® per acquistare, conservare e consumare le mele valorizzandone al massimo l’aroma e le proprietà nutrizionali.

Scegli le mele migliori
Kanzi® è una varietà bicolore, immediatamente riconoscibile grazie al suo colore rosso brillante, che sfuma delicatamente in striature giallo-verdi. La consistenza deve essere soda e la buccia liscia; prima dell’acquisto verifica la presenza di segni o ammaccature.

Conservale al freddo
Le mele dovrebbero essere conservate in un luogo fresco, che non superi i 10°C, per mantenere le loro qualità e per una maggiore durata di conservazione. A queste temperature le mele possono durare anche alcuni mesi; in frigorifero è necessario fare attenzione all’umidità perché i frutti tendono ad appassire in ambienti molto secchi. Per evitarlo, avvolgi le mele in carta da forno, riponile in una borsina di plastica aperta oppure conservarle nell’apposito cassetto per la frutta e la verdura. In questo caso, meglio separarle dagli altri frutti perché rilasciano etilene, una sostanza che accelera la maturazione. Per lo stesso motivo, tieni da parte eventuali mele ammaccate.

Se la mela è già tagliata
Hai un pezzo di mela già tagliata e vuoi conservarla nel frigo? Per evitare l’ossidazione la cosa migliore è utilizzare un sacchetto richiudibile per alimenti, rimuovendo l’aria dall’interno, una soluzione utile anche per dare la mela ai bambini da portare a scuola. Per migliorare il risultato, puoi applicare del succo di limone sulla parte di polpa esposta.

Meglio con la buccia e lontano dai pasti
La mela è ricca di vitamine e proprietà nutrizionali, che la rendono un frutto salutare e utile al sistema digestivo. Per prendere il meglio dai suoi nutrienti, è meglio consumare la mela cruda e tra i pasti: a stomaco vuoto infatti puoi beneficiare di un più breve processo digestivo che favorisce l’assorbimento dei nutrienti.

Lava la mela prima di consumarla per motivi igienici e mangiala con la buccia: questa contiene infatti pectina, che oltre a favorire la regolarità intestinale è come uno spazzolino da denti naturale.

Luca Speroni
ufficio stampa Kanzi Italia
c/o fruitecom srl