…e il Perù

L’edizione 2007 del "Girotonno", gara gastronomica internazionale che si tiene a Carloforte dal 17 al 20 maggio, anche quest’anno avrà ai fornelli chef provenienti da tutto il mondo. In rappresentanza della ricca tradizione gastronomica peruviana, per questa kermesse, ci saranno Hajime KASUGA e Diego OKA HOSAKA.
“Girotonno – Uomini, storie e sapori sulle rotte del tonno”, evento giunto ormai alla sua quinta edizione, prevede quattro giornate di competizione con il tonno quale protagonista indiscusso. Chef stellati, provenienti da Australia, Brasile, Danimarca, Giappone, Italia, Perù, Spagna e Tunisia, si sfideranno, infatti, con piatti a base del pregiato pesce proposto attraverso le loro migliori e più fantasiose ricette.
Il PERU’, attende di salire sul gradino più alto del podio grazie alla partecipazione di due dei più importanti rappresentanti della gastronomia del Paese: lo chef Hajime KASUGA e lo chef Diego OKA HOSAKA, entrambi peruviano-giapponesi di 3za generazione. Testimoni della ricchezza e della varietà di sapori della cucina peruviana, ritenuta una tra le migliori del mondo, questi due cuochi prepareranno ricche ricette tipiche a base di tonno.
Hajime Kasuga è specializzato nella preparazione di piatti peruviano- giapponesi. Ha iniziato la sua carriera con la cucina internazionale, per continuare con quella peruviana e diventare, quindi, un vero esperto della cucina peruviano-giaponese, stimolante perché richiede tecniche e un’arte diversa nella preparazione, oltre ad una particolare attenzione per le materie prime utilizzate.
Diego Oka Hosaka,malgrado la giovane età, ha già maturato una forte esperienza nel settore ed è attualmente il primo chef de “Cebicheria La Mar”, in Messico, dove i piatti che propone sono il felice risultato dell’esperienza culinaria maturata in Perù.
Entrambi, sotto i colori della bandiera peruviana, prepareranno alcune delle migliori specialità della gastronomia del Paese. Ricette particolari, che vanno a rappresentare degnamente la tradizione e la cultura del Perù nell’ambito di una manifestazione che intende rinnovare e celebrare l’antica cultura della tonnara di Carloforte, nella splendida cornice dell’isola di San Pietro.