Disponibile l'edizione 2009 di ''Identità golose''

Arriva in libreria Identità golose 2009, la guida che guarda al meglio della cucina e all'innovazione con la convinzione del valore di tanti giovani talenti: 246 gli under 40 segnalati tra chef, sous-chef, sommelier, maitre e artigiani. Nella guida possiamo inoltre trovare ben 601 tra ristoranti e pasticceri in Italia ma anche in giro per l'Europa e il mondo. Una guida giovane e internazionale ma anche sempre più attenta ad un aspetto certo non trascurabile della buona tavola: il gran finale. L'edizione 2009 propone, per la prima volta, una sezione dedicata al dessert d'autore. Trentadue indirizzi golosi, da Parigi a Noto, inaugurano un nuovo dolce itinerario alla scoperta di chef, pasticcieri e artigiani che, con la loro passione, fanno grande l'arte del dolce.
Paolo Marchi, curatore della guida, e il team degli oltre 70 autori che firmano le schede della nuova edizione, nominano miglior chef Massimiliano Alajmo (Le Calandre – Rubano), giudicato il più grande giovane talento italiano.
La migliore chef per l'edizione 2009 è Antonella Ricci (Il Fornello da Ricci – Ceglie Messapica, Brindisi), mentre quello straniero è Pascal Barbot de L'Astrance di Parigi. L'ombra di Carlo Cracco, Matteo Baronetto, è il miglior sous-chef (Cracco – Milano); la novità in cucina porta la firma di Andrea Mattei (La Magnolia dell'hotel Byron, Forte dei Marmi) per l'uso della birra, mentre Antonino Cannavacciuolo (Villa Crespi – Orta San Giulio, Novara) è il più bravo chef pasticciere italiano; titolo che per l'estero va a Enric Rovira (Enric Rovira – Barcellona). Un figlio d'arte, Luca Vissani, è il maitre dell'anno mentre il vulcanico Giuseppe Palmieri (Osteria Francescana, Modena) è il miglior sommelier. Infine, Stefano Masanti (Il cantinone dello sport, Hotel Alpina – Medesimo, Sodrio) è il miglior artigiano per la sua breasola d'autore; il francese Luc Dubanchet di Omnivore è il miglior giornalista.
La sorpresa del 2009 è Christian e Manuel Contardi, del ristorante Cinzia di Vercelli: un tempio del risotto e di una cucina in bell'equilibrio tra tradizione e modernità.
Internazionale, giovane, golosa, la guida è la naturale appendice di "Identità golose, congresso italiano di Cucina d'autore", un'iniziativa che dal 2005 sta contribuendo a definire il profilo della cucina contemporanea, mirando all'affermazione delle diverse originalità, frutto della relazione fra interpreti, materie prime, cultura e territorio. Il nuovo appuntamento è in programma dal 1° al 4 febbraio 2009, a Milano, per quattro giorni capitale della creatività in cucina.