Dalla Cina per conoscere i luoghi di produzione del pomodoro pelato

Su invito dell'ANICAV

Dall’8 all’11 settembre Anicav ospita giornalisti e food blogger cinesi e coreani nei luoghi di coltivazione e trasformazione del pomodoro pelato, facendo tappa in Puglia e in Campania, per la visita alle principali aziende dell’Agro Nocerino.
l presidente di Anicav Antonio Ferraioli: “Il fatturato in Campania è di circa 1,5 mld di euro”.
Previsto anche uno show cooking con lo chef Nicola Miele, per conoscere i segreti dei piatti della dieta mediterranea che hanno come protagonista il pomodoro pelato.

Un viaggio di tre giorni alla scoperta dell’oro rosso italiano, che colora di mediterraneo le eccellenze del Made in Italy nel mondo ed è uno dei pilastri dell’export agroalimentare del nostro Paese. Per scoprire il ciclo del pomodoro dal produttore al consumatore, facendo tappa nelle due principali Regioni di coltivazione e trasformazione ̶ Puglia e Campania.

Questo è il senso del progetto di incoming di giornalisti e food blogger provenienti da Cina e Corea, organizzato dall’ANICAV, Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali, dall’8 all’11 settembre, nell’ambito di un più ampio programma in collaborazione con l’Agenzia ICE (Istituto nazionale per il commercio estero), che ha l’obiettivo di rilanciare i consumi del pomodoro pelato sui mercati stranieri.

“La Campania –ha dichiarato il presidente di Anicav Antonio Ferraioli- costituisce il maggiore bacino di produzione di pomodoro trasformato, sia per numero di aziende di trasformazione che per fatturato – pari a circa 1,5 miliardi di euro, su un fatturato nazionale di 3 miliardi – ed è da sempre leader nei derivati del pomodoro destinati al retail, primo fra tutti il pomodoro pelato, che rappresenta una produzione di pregio delle nostre aziende”.

Per questo, dopo una prima visita in un campo in provincia di Foggia, protagoniste della visita guidata da Anicav saranno tre aziende campane dell’area dell’Agro Nocerino Sarnese, dove sono nate numerose industrie del pomodoro San Marzano, particolarmente rappresentative del tessuto produttivo.

“È un’occasione unica – ha concluso il direttore di Anicav Giovanni De Angelis – per far conoscere ai mercati di Cina e Corea, strategici per l’export del pomodoro pelato, l’eccellenza di questo prodotto Made in Italy, attraverso le fasi della sua produzione. I nostri ospiti, poi, avranno modo di vedere come si preparano i piatti della dieta mediterranea, che hanno come protagonista il pomodoro pelato, grazie a uno show cooking guidato dallo chef Nicola Miele presso la Città del gusto Gambero Rosso e a un Pizza show in cui sveleremo il segreto della vera pizza napoletana. In attesa di degustare i piatti dello chef Giuseppe Ruotolo che, partendo sempre dal pomodoro, rivisiterà le ricette della nostra migliore tradizione”.