Dal vino, anche un profumo

Ha nome "Tauleto" ed è un profumo DiVino con una fragranza che cattura anche gli astemi!
E' stato inventato dalla signora Giuliana Cesari con l'aiuto di Marco Maffei, noto creatore di essenze.
Il profumo e' nato come gadget per gli amici e i clienti esteri dell'azienda, i quali lo hanno apprezzato a tal punto da indurre l'avvio della produzione.
E' il primo profumo al mondo creato da un vino e il vino e' un ottimo Sangiovese che si produce sulle colline di Castel S.Pietro Terme, nella storica azienda di Umberto Cesari.
''Sia chiaro, non e' un business – dice sorridendo la signora Cesari – ma e' un rafforzamento del marchio.
E' dedicato alla passione della mia famiglia, che e' il vitigno Sangiovese. E poi cosi' riesco a catturare anche gli astemi''.
La fragranza, che e' prodotta da un laboratorio di Torino, riprende il bouquet del vino ma non profuma di vino.
Il Sangiovese Tauleto, carico e corposo, che viene affinato per 24 mesi in piccole botti, ha note di frutta rossa e fiori viola. Il profumo ha una fragranza delicata,
che dai sentori di uva, arancia e mandarino sprigiona sfumature di rosa, magnolia e violetta, su un fondo di liquirizia, muschio e humus.
La famiglia Cesari, prima di avviare la produzione, ha fatto registrare il marchio in tutto il mondo, una procedura costosa ma necessaria.
''Adesso – racconta la signora – anche il Brasile ha tratto un profumo dal vino, ma ha dovuto trovare un'altra denominazione''.
E siccome i polifenoli del vino sono ottimi contro l'ossidazione e i radicali liberi, dal mosto fresco del Tauleto l'istituto erboristico l'Angelica ha tratto la 'Wine body lotion'.
Ansanews