Dal lievito, un farmaco per curare la malaria

Cellule di lievito geneticamente modificate sarebbero la svolta nella produzione di artemisinina, principale farmaco antimalarico.
L'artemisina ha un limite: il suo elevato costo, mentre, come spiegato su Nature, una specie comunissima di lievito, Saccharomyces cerevisiae (il lievito della birra), e' stata geneticamente modificata ad hoc per produrre a basso costo l'acido artemisinico, precursore del principio attivo del farmaco.
La ricerca e' dell'universita' della California.

Ansanews