Dal 10 al 12 novembre si svolge a Bolzano INTERPOMA

Bolzano effettua la 4° Fiera specializzata per la
coltivazione, conservazione
e commercializzazione della mela presso
il quartiere fieristico di Bolzano. Un appuntamento da non mancare per tutti coloro che operano nel mondo di questo gradevole frutto.
Interpoma è nato con il preciso intento degli
operatori economici del settore frutticoltura di fare
dell'evento un luogo internazionale preposto agli affari e al
confronto tra addetti ai lavori.
Interpoma è ormai considerato un consolidato punto di riferimento
anche all'estero grazie anche alle iniziative di portata
internazionale che si svolgono.
Nei tre giorni di svolgimento di ''Interpoma'' 2004
arriveranno a Bolzano, esperti provenienti da Nuova
Zelanda, Australia, Stati Uniti, Sudafrica, Cile, Brasile,
Giappone, mentre una delegazione giungera' da Shaanxi, una delle
aree melicole piu' vaste della Cina. Alcuni ricercatori dell'Istituto di pomologia di Xian effettueranno un viaggio in Europa di tre settimane e coglieranno l'occasione per visitare
anche la fiera specializzata bolzanina.
Su invito delle associazioni Vip e Vog, i rappresentanti delle piu' significative zone melicole del Nordeuropa – Olanda, Belgio, Francia e di Austria e Germania siritroveranno nel quartiere fieristico di Bolzano dove, oltre a visitare Interpoma, parteciperanno ad un incontro nel corso del quale si parlera', tra l'altro, di certificazine, di nuove qualita', di previsioni del raccolto. Sempre nel corso della settimana
nella quale si svolgera' Interpoma, presso la ''Casa della mela'' di Terlano avra' luogo l'incontro annuale dell'associazione internazionale che raggruppa i produttori di mele ''Pink Lady''.
L'Ice, Istituto per il commercio con l'Estero – e la Indexport di Bolzano hanno invitato a Bolzano 25 acquirenti provenienti da Paesi dell'Europa orientale tra cui la Lituania, Lettonia, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca e Grecia.
Sono oltre 150 le aziende che esporranno una vasta gamma di prodotti e servizi e molte le novita'.
Nel centro congressi di Fiera Bolzano/Four Points Sheraton si svolgera' il convegno "La mela nel
mondo", nel corso del quale verranno svolti numerosi temi: la
coltivazione e i costi di produzione a confronto in alcuni dei maggiori Paesi produttori di mele al mondo, i vari sistemi di controllo, la certificazione del prodotto, la sicurezza alimentare e la rintracciabilita' del prodotto, la tecnologia innovativa di conservazione in 1-Mcp, la produzione di mele nei nuovi Stati membri dell'Unione Europea e gli effetti sulla frutticoltura altoatesina.
Per saperne di più:
www.fierabolzano.it
Curiosità sulla mela: origini e valori nutrizionali

Le origini
La mela (Pirus Malus) nasce in Asia Minore, a sud del Mar Nero, e arriva in Grecia transitando per l'Egitto dove, sotto il regno del faraone Ramsete II (XIII secolo a.C.), viene coltivata lungo le vallate del Nilo.
È uno dei frutti più antichi, pare infatti che fosse coltivata già nel periodo neolitico. Citata nella Bibbia, decantata da poeti e scrittori dell'Impero Romano, la mela si è diffusa rapidamente in tutta Europa. Nel XVI secolo sbarca in America, rendendo lo Stato di New York famoso per la qualità dei frutti prodotti. Forse per questo New York viene definita "thw big apple" (la grande mela).

Caratteristiche, composizione e valore energetico
La mela garantisce un apporto pari al 5 % del fabbisogno energetico quotidiano. La ricchezza di potassio, associata ad uno scarso contenuto di sodio, conferisce alla mela indiscutibili proprietà diuretiche. Inoltre la presenza di azoto ed acido fosforico aiutano l'organismo nel recupero delle energie spese durante la giornata.
Grazie alle sue numerose qualità salutari, la mela è considerata da sempre un farmaco naturale: aiuta a tenere sotto controllo il tasso di colesterolo nel sangue ed è benefica per il cuore e per le arterie. Può aiutare a ridurre la pressione sanguigna, ad equilibrare la glicemia e, come hanno dimostrato recenti studi, a combattere il cancro.
Composizione e valore energetico (100 gr.)
Parte edibile – 94 %
Acqua – 86,6 g
Proteine – 0,2 g
Lipidi – 0,3 g
Glucidi disponibili – 11 g
Fibra alimentare – 2 g
Energia – 45 kcal
Sodio – 2 mg
Potassio – 120 mg
Ferro – 0.3 mg
Calcio – 6 mg
Fosforo – 12 mg
Niacina – 0.3 mg
Vitamina C – 5 mg
Acido Citrico – 70 mg
Acido Malico:
mele dolci – 270 mg
mele acidule – 800 mg

Comunicato stampa
Alessandro Tibaldeschi