Dai “Primi d’Italia” al miglior “libro da gustare”

La folta partecipazione di pubblico al 6° Festival Nazionale dei Primi Piatti, “I Primi d’Italia” appena conclusosi a Foligno (29 settembre 3 ottobre) ha decretato l’enorme successo della manifestazione, andato oltre le più rosee aspettative degli organizzatori.
Il suggestivo fascino della città umbra, con le sue Taverne allocate in antichi palazzi padronali che le quattro regioni italiane presenti hanno preso “in prestito” per mostrare al meglio le rispettive produzioni d’eccellenza e che sono la Calabria, la Liguria, il Piemonte e la Sicilia. L’Umbria, ha contribuito a rendere magici certi momenti vissuti in questi Villaggi tematici sino a tarda notte consumando pranzi e vini tipici.
Lunghe fila di persone in coda per degustare piatti di sapori inconsueti, diversi da quelli comunemente portati in tavola. Una vera e propria scuola di cucina dimostrativa, dove i “sapori” si sono fusi con la cultura e la conoscenza con l’approvazione.
Un nuovo modo di fare “marketing”, avvicinando direttamente i responsabili d’acquisto anche (e soprattutto) per aiutare a capire la differenza fra quello che normalmente ci viene proposto e quello che invece per nostra scelta potremmo voler mangiare (e bere), dopo averne capito la differenza.
Una manifestazione che ha incluso oltre ai tour gastronomici, molti altri interessanti eventi che continueranno sino alla prossima edizione, con un alacre lavoro di persone appassionate; fra i momenti di rilievo vi è da citare il Concorso “Libri da gustare”, proposto dall’Associazione culturale Ca dj’ Amis, I Ristoranti della Tavolozza che annualmente premia la miglior pubblicazione di carattere eno-gastronomico.
Lo scorso anno ha vinto il Premio il giornalista scrittore Andrea Zanfi che, per il tramite di Carlo Cambi Editore, ha pubblicato “I Supertuscans”, un primo volume sui “vini toscani” di una collana sui “Grandi Vini d’Italia”, che quest’anno è seguito dal secondo volume “I grandi vini di Sicilia” proposto a sua volta all’attenzione del Concorso.
La rosa dei venti titoli in concorso è votabile sino al 30 novembre, mentre la premiazione avverrà in dicembre.

Per saperne di più: www.cadjamis.it
www.iprimiditalia.it
Danila ORSI