Da Bruxelles misure per l'Italia per contrastare il virus H5N1

Il Comitato veterinario dell'UE ha confermato le misure gia' anticipate dall'Italia di fronte ai primi casi del virus H5N1 riscontrati in alcuni cigni selvatici. Si tratta delle stesse misure gia' adottate per la Grecia e volte a creare un'area di confinamento e sorveglianza nell'arco di 3-10 chilometri intorno al focolaio individuato. E' quanto annunciato dal portavoce della Commissione Europea Philip Tod, responsabile della sanita', secondo il quale, mercoledi' e giovedi', quando si riunira' di nuovo, "il Comitato veterinario permanente potrebbe prendere nuove misure se la situazione dovesse evolvere".

Fonte: Aginews