''Conviviers''. il nuovo nome per i camerieri

E’ noto che la professione di cameriere ha perso prestigio e non è molto attrattiva per i giovani.
AMIRA, l’Associazione Maîtres Italiani Ristoranti e Alberghi, ha analizzato il fenomeno, ritenendo che per modificare le cose si debba partire dal nome. “Un nuovo nome per il cameriere”, ecco il concorso lanciato a settembre 2008 da AMIRA tra gli allievi degli istituti alberghieri italiani.
Tantissime le adesioni e impegnativo il lavoro della giuria per discutere le proposte e stilare la graduatoria. AMIRA, che collabora attivamente con ALMA così da potersi considerare un partner, ha voluto fare la premiazione proprio a Colorno, domenica 19 aprile, nella Sala del Trono della Reggia , come sede congeniale per il concorso stesso.
Alla presenza dei vertici dell’Associazione e di ALMA, sono così stati premiati con particolare solennità i primi cinque classificati.
Vincitore è stato Paolo Artibani dell’Istituto “A. De Gasperi” di Palombara Sabina cha ha proposto il nome di “convivier”, che, a parte la desinenza francesizzante, si rifà al latino “Convivium”. Di particolare rilievo l’intervento sul tema degli operatori di sala del presidente di AMIRA Raffaello Speri e del rettore di ALMA Gualtiero Marchesi.
ALMA ha offerto come premio ai primi tre classificati la partecipazione ad un corso di una settimana a Colorno.

Fonte: Alma