Convegno a Perugia su ''Tecnologie per l’agroindustria''

Venerdì 26 ottobre si tiene a Perugia presso l’Aula Magna della Facoltà di Agraria il convegno sul tema “Tecnologie per l’agroindustria – strumenti a sostegno dell’innovazione nel settore vitivinicolo”, organizzato da 3A Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria (3A-pta) e dalla Facoltà di Agraria di Perugia nell’ambito del Programma Vision.
Il programma, promosso dalla Regione Umbria nell’ambito del programma comunitario Docup Ob. 2, è stato finalizzato a incrementare, attraverso la ricerca, la capacità competitiva delle Pmi umbre ed è pervenuto a risultati rilevanti sia sul panorama nazionale che internazionale.
È grazie alla collaborazione sempre più stretta e alla integrazione del lavoro e delle attività fra i poli di eccellenza umbri, che è stato possibile creare progetti di innovazione tecnologica che promuovessero realmente le specificità del nostro territorio.
Si tratta di un momento importante di scambio e condivisione sui risultati ottenuti e sulle prospettive future per la ricerca e l’innovazione tecnologica nel settore vitivinicolo umbro. Al Convegno intervengono autorità istituzionali, esponenti del mondo scientifico ed accademico e rappresentanti di importanti aziende vitivinicole umbre.
La giornata è articolata in due sessioni, seguite da una tavola rotonda. Il convegno apre al mattino con la prima sessione “Lieviti autoctoni e migliorati: una nuova prospettiva per la filiera del vino”. Gli interventi dei relatori vertono sull’attività di selezione di lieviti vinari autoctoni e sul miglioramento genetico degli starter senza ricorrere all’ingegneria genetica. I lieviti isolati, così ottenuti, possono essere utilizzati dalle aziende vitivinicole per produrre vini di qualità.
Tutte le aziende che effettueranno le proprie vinificazioni con microrganismi autoctoni e migliorati saranno iscritte all’interno del Libro delle Vinificazioni Autoctone.
Le attività descritte rappresentano un preludio di ulteriori azioni per la tracciabilità e la valorizzazione dei vini.
La sessione pomeridiana presenta i risultati del progetto “Caratterizzazione territoriale: studio della vocazione viticola di alcune zone di produzione dell’Umbria”.
Lo studio quadriennale, finanziato dalla Regione Umbria, ha riguardato la Zona Doc Montefalco e la Zona Doc Colli Perugini.
Il progetto, coordinato da 3A Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria è stato realizzato dal gruppo di lavoro interdisciplinare composto da 3A‐pta, dall’Università degli Studi di Perugia, dal Centro Regionale di Servizi alla Vitivinicoltura di Orvieto e dal Laboratorio Analysis s. R. L.
Nella seconda sessione, oltre ai risultati dello studio della zona Doc Montefalco, vengono presentate anche alcune innovazioni tecnologiche applicate recentemente al settore vitivinicolo.
Nel corso della giornata saranno distribuite copie della pubblicazione con i risultati dello studio.
La giornata si conclude con una tavola rotonda sul tema “Le prospettive del settore vitivinicolo regionale”, alla quale interviene, fra gli altri, il Prof. Carlo Liviantoni, assessore regionale alle politiche agricole ed agroalimentari.