Concorso di Go Wine, ''Bere il Territorio''

L’associazione Go Wine promuove la quarta edizione di “Bere il Territorio”, un concorso letterario che si rivolge ai giovani e che nelle prime tre edizioni ha riscosso con la sua formula un notevole successo. Possono concorrere nella sezione generale tutti i giovani dai 18 ai 30 anni, due sezioni speciali sono riservate agli studenti degli istituti alberghieri e degli istituti agrari, un premio speciale è patrocinato dal Cervim e verrà attribuito a chi meglio avrà trattato il tema della viticoltura di montagna o praticata in condizioni orografiche difficili.
I testi dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2005 presso la sede nazionale di Go Wine in Alba; la cerimonia di premiazione è prevista nel Marzo 2005.
“L’iniziativa – dichiarano dall’associazione Go Wine – si propone di concorrere alla crescita della cultura del consumo dei vini di qualità e si rivolge ai giovani per renderli protagonisti, invitandoli all’esercizio dello scrivere, a raccontare il loro rapporto con il vino e come lo hanno avvicinato”.
Il Concorso, infatti, guarda ai giovani, non soltanto intesi come i consumatori del domani, ma anche, e forse soprattutto, come i rappresentanti di quella generazione che può contribuire a consolidare il successo e l’attenzione che il mondo del vino ha riscosso un po’ ovunque in questi ultimi dieci anni.
I partecipanti devono redigere un testo in forma libera (di lunghezza compresa fra le 2 e le 5 cartelle), che racconti il loro rapporto con il vino e con il mondo che intorno ad esso orbita, con un particolare riferimento al tessuto sociale ed all’ambiente nel quale il vino viene prodotto.
I premi: 1.000 euro ciascuno per i due vincitori della sezione generale; 750 euro per ciascun vincitore delle due sezioni speciali. 100 bottiglie espressione della cosiddetta viticoltura “eroica” per il premio speciale offerto dal Cervim.
Gli elaborati vincitori verranno scelti dalla Giuria composta da: Magda Antonioli Corigliano (Università Bocconi, Milano), Giorgio Barberi Squarotti (Università degli Studi, Torino), Gianluigi Beccaria (Presidente dell’Associazione Storici della Lingua Italiana), Gigi Brozzoni (Direttore Seminario Veronelli), Vanni Cornero (giornalista de La Stampa), Alessandro Ghini (Casa Editrice Le Monnier, Firenze), Paolo Marchi (giornalista de Il Giornale), Luigi Moio (Docente di Enologia – Università degli Studi, Foggia), Giacomo Oddero (Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo), Nico Orengo (scrittore), Anna Schneider (Università degli Studi, Torino), Massimo Corrado (Associazione Go Wine), Massimo Zanichelli (giornalista) Walter Boggione e Bruno Quaranta (segreteria generale). “Bere il territorio” si svolge con il patrocinio della Regione Piemonte e con il sostegno di Veronafiere attraverso il 39° Vinitaly, la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, la Fimer (macchine enologiche) ed un Comitato di 23 aziende vinicole italiane.
Per leggere il bando di concorso:
http://www.gowinet.it/view_evento.asp?id_news=722
www.gowine.it