Concluse le ''Giornate professionali del Banco formaggi''

Si e' concluso la scorsa settimana il decimo ciclo delle "Giornate Professionali del Banco Formaggi", l'iniziativa nazionale organizzata dai Consorzi per la Tutela del Formaggio Asiago, del Parmigiano-Reggiano e della Mozzarella di Bufala Campana per il perfezionamento professionale degli addetti alla vendita dei formaggi.

Dallo scorso mese di settembre, "Bancoformaggi" ha toccato dieci grandi citta' italiane: Vicenza, Napoli, Torino, Bari, Perugia, Bologna, Pescara, Milano, Roma e Catania, che hanno riservato alle lezioni di Bruno Morara un'accoglienza ed un'attenzione piu' che mai puntuali del pubblico presente, molto eterogeneo, composto da addetti del commercio tradizionale (negozi specializzati, latterie ed ambulanti) e della grande distribuzione.

Grazie al sempre maggior affiatamento tra i Consorzi promotori e ad una macchina organizzativa efficiente e collaudata, le "Giornate Bancoformaggi" sono quindi diventate un appuntamento sempre piu' importante per gli alimentaristi ed i banconieri, che trovano nell'annuale incontro un momento utile per mantenere elevato il proprio profilo professionale e per indirizzare i clienti verso l'acquisto di formaggi di qualita'.

Il programma di ogni incontro, diviso in due parti, ha previsto un percorso teorico e uno pratico. Nel primo si sono affrontati argomenti che vanno dal mercato del formaggio, mediante l'analisi delle tendenze e delle preferenze dei consumatori, alla filiera di produzione, dalle peculiarita' dei formaggi DOP agli elementi su come riconoscerli, al ruolo dei consorzi di tutela. Particolarmente interessanti sono risultati i consigli forniti dal "professor" Morara, esperto di marketing e comunicazione oltre che grande appassionato di formaggi, sull’allestimento di un "banco formaggi ideale" (pulito, ordinato, rifornito), sugli abbinamenti gastronomici e sull'uso del formaggio in cucina, fino ad un excursus tra le molecole degli aspetti dietetici e nutrizionali delle tre specialita' DOP.

Nella parte pratica, naturalmente, a tenere scuola sono stati i formaggi, attraverso una degustazione guidata, in cui i partecipanti hanno preso confidenza con un modello per l'assaggio, utilizzato dagli operatori (modello “Etana”).

Le Giornate Professionali rappresentano per i Consorzi la possibilita' di comunicare al consumatore finale, con la mediazione delle professionalita' della filiera, l'importanza della tradizione in campo agroalimentare e del legame con il territorio, caratteristiche costitutive dei formaggi a Denominazione di Origine Protetta.