Con Sabelli nasce la Burrata affumicata

Ideale come entrée per le prossime Feste natalizie

Affumicata con fumi di trucioli di faggio, l’ultima nata in casa Sabelli è una variante della tradizionale burrata. Dal gusto insolito e goloso, si presta a stupire gli ospiti in occasione delle festività, come nella ricetta proposta dallo storico caseificio marchigiano.

(Ascoli Piceno, dicembre 2021 – Natale si avvicina, e la voglia di condividere tempo di qualità insieme a parenti e amici è particolarmente forte in questo periodo dell’anno. Seduti a tavola si coccolano e si stupiscono gli ospiti, proponendo deliziose preparazioni che combinano tradizione e innovazione. Ed è per questo che Sabelli – storico caseificio marchigiano impegnato nella produzione di formaggi freschi di qualità da ormai 100 anni e quattro generazioni – ha pensato al Natale
per presentare una nuova variante di uno dei suoi prodotti più apprezzati, la burrata.
In alternativa alla versione classica arriva infatti la burrata affumicata: una vera esplosione di gusto, data dal contrasto fra il sottile strato esterno di mozzarella, dorato dall’affumicatura 100% naturale, e l’interno cremoso, bianco di crema di latte. Formaggio fresco a pasta filata, con un cuore di panna e una consistenza morbida e cremosa, la burrata acquisisce nella nuova versione affumicata un sentore più intenso. La affumicatura naturale, realizzata con fumi di trucioli di legno di faggio, conferisce all’esterno della burratina Sabelli un colore ambrato e un sapore deciso, in contrasto con il suo cuore dolce e cremoso, ricco del latte proveniente principalmente dalla zona del Gran Sasso e dei Monti Sibillini.
La pasta della burrata affumicata diviene più elastica rispetto alla variante tradizionale e si presenta alla vista e al gusto in maniera ideale per essere assaporata non solo al naturale, ma anche all’interno di preparazioni più elaborate. Ideale ad esempio come entrée per il pranzo di Natale.
Sabelli, in un connubio bilanciato e indimenticabile, la propone come antipasto delle feste in una preparazione che la accosta a cicoria ripassata, erbe di campo e pomodorini secchi, il tutto condito con un pizzico di pepe rosa e olio extra vergine di oliva.
“Sabelli è un’azienda di famiglia, che rispetta le tradizioni – spiega Simone Mariani, AD di Sabelli Group – ma che desidera proseguire il suo percorso di crescita attraverso l’innovazione produttiva, arricchendo i suoi prodotti con referenze d’eccellenza come la nuova burrata affumicata. La nostra è una passione per l’arte dei formaggi, preparati ancora “come una volta”, con artigianalità e accuratezza”.
Tra i portabandiera della grande arte casearia italiana, Sabelli è sinonimo di mozzarella d’autore ormai da un secolo. Era il 1921 quando Nicolangelo Sabelli aprì il suo primo caseificio insieme al figlio Archimede. Oggi l’azienda, con sede ad Ascoli Piceno, è una realtà industriale consolidata,
che ha saputo mantenere lo spirito di impresa familiare, coniugando freschezza, genuinità ed eccellenza qualitativa dei prodotti con tecnologie e sistemi logistico-distributivi avanzati.
Generazione dopo generazione, con una proprietà saldamente italiana, Sabelli tiene alta la lunga tradizione e gli antichi saperi che ruotano intorno ai suoi formaggi, prodotti da latte 100% italiano.


Sabelli Group

Con 155.000 tonnellate di latte fresco lavorato all’anno, 4 siti produttivi, 8 piattaforme distributive e 500 dipendenti e collaboratori, Sabelli Group è una realtà consolidata nel mercato dei formaggi freschi di qualità e leader di mercato nei segmenti burrata e stracciatella. Fondata nel 1921 e trasferita ad Ascoli Piceno nel 1978, Sabelli Spa ha dato vita a uno dei più importanti poli italiani per la produzione di mozzarella.

Per ulteriori informazioni:
Ufficio stampa Sabelli Group
Fruitecom srl
Federica Morselli