Con il latte si brinda alla salute

Nell’ambito di Franciacorta in Bianco –rassegna sul latte e derivati in programma dal 5 al 7 ottobre presso il Polo Fieristico in via 2 Giugno a Castegnato (BS) – sabato 6 ottobre dalle 10.30 è previsto il Convegno “Un brindisi alla nostra salute” in cui si parlerà di qualità nutrizionali e salutistiche del latte crudo.

Interverranno Fausto Cavalli – Coordinatore Consorzio Bevilatte – Brescia

Claudio Macca – Responsabile della UD di Dietetica e Nutrizione Clinica Spedali Civili di Brescia, Alfonso Zecconi – Presidente Mastitis Council Italia – Milano, Roberta Lodi – Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari CNR Milano, Alessandra Lazzari -Titolare azienda agricola “Cascina degli Alemanni” – Cremona.

Conclude i lavori il prof. Corrado Barberis – Presidente Istituto Nazionale Sociologia Rurale Roma, coordina Tommaso Farina – Giornalista esperto di enogastronomia.

Alimento naturale per eccellenza, l’unico che la natura offre nei primi mesi di vita dell’uomo. Questo alimento da solo è sufficiente a garantire il fabbisogno nutritivo necessario al primo e più delicato periodo di vita e di crescita. L’importanza del latte continua in seguito anche da adulti: mantiene la struttura ossea e dentaria in buono stato, previene fenomeni di osteoporosi e non fa ingrassare. Una volta era indispensabile pastorizzarlo, oggi, grazie alla tecnologia ed in particolare alle rigorose prassi igieniche durante e dopo la fase di mungitura, è consigliato berlo crudo, cioè così come lo ha fatto la natura.
Il latte crudo è un alimento da considerarsi vivo, perché, non avendo subito la pastorizzazione, caratteristica del latte comunemente in commercio,contiene i preziosi fermenti lattici (lattobacilli): rafforzano le difese immunitarie e riordinano la flora batterica intestinale. Hanno inoltre un importante ruolo in particolare nell’inattivazione dei composti cancerogeni e nella prevenzione delle allergie. Un adeguato consumo di latte, in particolare crudo e di conseguenza un’adeguata assunzione di calcio è associata infatti, secondo studi americani, ad un minor rischio di sviluppare un tumore all’intestino. I fermenti lattici presenti nel latte producono anche vitamine e prevengono l’avvelenamento da cibi e le infezioni intestinali.

Gli allevatori offrono al consumatore il latte in maniera del tutto originale ed innovativa: venduto direttamente dal produttore appena munto ed attentamente filtrato, sempre fresco di giornata ed a un prezzo del tutto conveniente, il tutto servito da un distributore automatico.

L’intento è di riavvicinare i cittadini agli agricoltori, in un rapporto diretto per la riscoperta dei profumi e sapori e delle tradizioni di una volta.