Commento del Presidente di Slow Food sulla COP 21

Conference of the Parties
Twenty-first session
Paris, 30 November to 11 December 2015

Il Presidente di Slow Food Italia Pascale si esprime in merito all'incontro su COP21: «La bozza di accordo di rimane annacquata. Non ci sono cibo e agricoltura ma vediamo passi avanti»
«Ciò che sta circolando in queste ore non è sicuramente quella che avremmo voluto. Ancora nessuna parola sulla stretta relazione tra agricoltura, sistemi alimentari e clima. Molti punti che erano ritenuti fondamentali sono stati annacquati. Tuttavia porta con sé alcuni aspetti positivi. Prima di tutto la sensazione che ci sia più attenzione alle istanze ambientaliste proposte con forza in questi anni in tutte le piazze del mondo. Dal punto di vista concreto contenere il rialzo delle temperature ben al di sotto dei 2 gradi, verso il grado e mezzo entro il 2020 e quello delle emissioni zero nella seconda parte del Secolo, è un progresso significativo. Un passo importante che apre la strada alle energie pulite, che per essere veramente tale dovrebbe prevedere la cancellazione di tutti i sussidi ai prodotti fossili», così ha commentato Gaetano Pascale, Presidente di Slow Food Italia, la bozza di accordo diffusa fino a questo momento sulla ‪COP21‬.

Ufficio stampa Slowfood