Chiesta l'IGP per i ''cuneesi al rum''

Avere più di cento anni di vita e non dimostrare la propria età! Anzi riuscire ad appassionare un pubblico sempre più vasto, e vivere un seconda giovinezza fatta di notorietà e di affetto! Stiamo parlando dei cuneesi al rhum, un prodotto simbolo della pasticceria piemontese.
Le praline al rhum furono prodotte a Dronero, verso la fine dell’Ottocento, da un pasticcere che le chiamò “Droneresi al rhum”; ebbero un grande successo, tanto da essere ben presto imitate da pasticcieri di ogni località. Ad affermarsi sul mercato nazionale e internazionale sono stati i Cuneesi al rhum, apprezzati anche dallo scrittore Ernest Hemingway, che nel 1954, durante un viaggio in Piemonte, arrivo' fino a Cuneo per procurarseli.
Questo dolcetto, nato dalla gustosa unione di crema al rhum, di meringa e di cioccolato fondente, in questi giorni reclam il marchio di qualità, al pari di tanti altri prodotti tipici italiani.
Il primo passo e' consistito nell'approvazione di un apposito ordine del giorno da parte del consiglio comunale di Cuneo.
Un gruppo di produttori locali, guidati dall'Associazione amici del cioccolato, si e' gia' attivato per ottenere il riconoscimento del marchio Igp (Indicazione geografica protetta) e presto mese sara' presentata alla Camera di Commercio la bozza del disciplinare di produzione dei cuneesi al rum.
Gli ingredienti base sono due meringhe, crema pasticcera, cioccolato di alta qualita' e rum originale. ''Nel maggio dello scorso anno – ha spiegato Elio Bergese, segretario dell' Associazione amici del cioccolato – si e' tenuta, su convocazione della Camera di commercio, un'assemblea di pasticceri di tutta la provincia, al termine della quale e' stata costituita una commissione incaricata di studiare un disciplinare per la produzione dei Cuneesi. Entro aprile presenteremo il documento, per avviare cosi' l' iter burocratico a Roma e a Bruxelles. Sara' quindi costituita un' Associazione per la tutela dei Cuneesi al rum, alla quale dovranno aderire i pasticceri che s' impegneranno a preparare questo dolce secondo la ricetta originale''.