Carne cavallo, Ue: no rischi per salute

E' un caso di uso fraudolento di etichettatura, ma non è una questione di sicurezza alimentare.

Lo scandalo della carne di cavallo é "un caso di uso fraudolento di etichettatura", ma "fortunatamente" non è una "questione di sicurezza alimentare" con rischi per la salute. Lo ha affermato il commissario Ue alla salute Tonio Borg, prima della riunione straordinaria convocata di recente a Bruxelles dalla presidenza irlandese dell'Ue con i ministri dei paesi toccati dal problema. Successivamente, ha poi annunciato Borg, si terrà anche una riunione del Comitato per la catena alimentare.

Il commissario Ue ha assicurato di stare "seguendo la situazione molto da vicino" della "etichettatura fraudolenta" della carne di cavallo in alcuni prodotti alimentari, e che Bruxelles sta "lavorando con le autorità nazionali", in particolare con Francia, Romania, Olanda, Lussemburgo e Gran Bretagna, sin da quando venerdì scorso Londra ha segnalato il problema attraverso il sistema di allerta rapida, il Rasff. Il fatto che il problema sia emerso e che ora sia stato identificato, ha sottolineato Borg, "é il risultato non della mancanza ma della presenza di una legislazione Ue che è stata violata". "Il sistema della sicurezza alimentare Ue è uno dei più sicuri al mondo", ha aggiunto, in quanto permette la "piena tracciabilità" grazie a cui gli stati membri hanno scoperto "rapidamente l'origine e la catena di distribuzione dei prodotti fraudolenti". "Spero che i colpevoli saranno scoperti presto", ha concluso Borg, assicurando che la Commissione è "pronta ad aiutare in ogni modo" e che continuerà a "coordinare la situazione sia a livello tecnico che politico".

HOLLANDE, 'VICENDA GRAVE PER CONSUMATORI' – "La vicenda è grave rispetto alla fiducia riposta dai consumatori e potenzialmente grave rispetto alle conseguenze sulla filiera francese della carne": lo ha detto oggi il presidente francese Francois Hollande, riferendosi allo scandalo della carne di cavallo, secondo quanto riportato dalla portavoce del governo Najat Vallaud-Belkacem.

Hollande è intervenuto durante il Consiglio dei ministri sullo scandalo della carne di cavallo presente nei prodotti etichettati come carne di manzo al 100%. Il presidente francese ha sottolineato l'importanza delle "sanzioni una volta che l'inchiesta avrà stabilito le responsabilità".

Ansanews