Carlo Petrini alla 13° commissione permanente dell’agricoltura

Carlo Petrini, presidente di Slow Food Internazionale, è stato convocato all’audizione dei rappresentanti delle associazioni dei consumatori specializzate nel settore dell’enogastronomia alla tredicesima commissione permanente dell’agricoltura della Camera dei Deputati.
L’audizione ha per oggetto la pratica di invecchiamento dei vini attraverso l’utilizzo dei trucioli di legno e Petrini è stato invitato a Roma, mercoledì 19 luglio alle ore 19,30, per esporre la sua posizione, in quanto rappresentante di un’associazione che si occupa di enogastronomia.
Martedì 18 luglio, in occasione del convegno “Il futuro del vino” svoltosi presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (Cn), a chiusura dei lavori Petrini ha dato un’anticipazione di ciò che sosterrà all’audizione: «mercoledì ribadirò la mia contrarietà alla pratica di invecchiamento dei vini con l’utilizzo dei trucioli di legno. Perchè questa pratica non fa parte della naturalità di un processo produttivo. Sono scappatoie, espedienti per minare la tradizione, il savoir-faire dei veri viticultori a vantaggio di processi di produzione massiva e industriale. Con queste pratiche non si fa che togliere le peculiarità, le varie identità dei nostri vini; ci sarà un appiattimento del prodotto italiano a vantaggio dei nuovi mercati come Australia e Sud Africa, e quelli che verranno, probabilmente India e Cina. Noi non possiamo calcare la strada dei trucioli, della produzione massificata, del non rispetto dell’ambiente.
Bisogna mettere a profitto in senso qualitativo il buono, il sostenibile, il solidale.
E se non si vuole essere intransigenti, comunque il consumatore ha il diritto di essere informato: l’aggiunta di trucioli deve essere ben segnalata sull’etichetta».

Ufficio stampa Slow Food
Via della Mendicità Istruita, 14
12042 Bra (Cn)
0172 419615/ 45/ 53 /66
press@slowfood.it