Cantine Liprandi: appuntamento al Vinitaly col Gravello 2003

Eccellente sodalizio tra il vitigno calabrese più antico, il Gaglioppo al 60%, e l’internazionale Cabernet Sauvignon al 40%, il "Gravello" è già riconosciuto a livello internazionale come una delle icone della produzione vitivinicola del Sud Italia ma, secondo chi ha già avuto la fortuna di degustarlo, l’annata 2003 ha davvero una marcia in più.
Il vino sarà in degustazione al Vinitaly nello stand F2 – Pad.6.
“Questo grande vino fa parte della nostra produzione da ormai 15 anni e senza timore di essere smentito, posso affermare che questa annata è assolutamente una tra le migliori.” spiega il Prof. Nicodemo Librandi “Grazie alle continue sperimentazioni e aiutati dal clima caldo e secco del 2003, siamo riusciti ad ingentilire ulteriormente il Gaglioppo, esaltandone l’eleganza e il frutto.
Inoltre le viti di Cabernet Sauvignon, al loro ventesimo anno di età, hanno raggiunto l’equilibrio ottimale e conferito uve di altissima qualità.
Il Gravello 2003 risulta allora vino di grande eleganza, concentrazione e struttura, ma allo stesso modo, nonostante la sua complessità, di immediata piacevolezza”.
La cantina calabrese produce 90.000 bottiglie di questo vino con le uve provenienti dall’Azienda Critone in Agro di Strongoli e dall’Azienda Rosaneti in Agro di Rocca di Neto / Casabona.
Dopo un affinamento di 12 mesi in barrique e di 6 mesi in bottiglia, il Gravello 2003 sarà sugli scaffali di enoteche, wine bar e ristoranti alla metà di Aprile 2006 e sarà presentato in anteprima a operatori e stampa al 40° Vinitaly. Oltre che allo stand Librandi, il vino potrà essere assaggiato durante la degustazione “I grandi rossi del Sud” organizzata da AIS il 9 Aprile alle ore 10:30 presso la Sala Calipso del Palaexpo.

Ufficio stampa:
Lucia Vimercati
VALUE COMMUNICATIONS