Campagna Nazioni Unite per la diffusione dell'utilizzo del sale iodato

Sono diverse e già codificate le patologie derivate dalla carenza di iodio; entro il 2007 però le Nazioni Unite vogliono certificarle e prevenirle, grazie ad una diffusione e ad un maggiori consumo di sale arricchito con l'aggiunta di iodio.
La campagna di sensibilizzazione messa in atto in Kazakhstan dai principali enti di beneficienza per diffonderne l'uso e prevenire disturbi cerebrali nei neonati, ha reso il paese un esempio di come sia possibile per gli stati dell'Asia Centrale ottenere successi importanti per la sanita' pubblica.
Sercondo il New York Times, nel 1999 solo il 29% delle famiglie in Kazakhstan utilizzava sale arricchito di iodio, mentre ora la percentuale e' salita al 94%. Nel mondo sono circa 2 miliardi le persone, soprattutto in India e Cina, che soffrono per carenza di iodio.