Belluno mette in Mostra il gelato artigianale

A Longarone, in provincia di Belluno dal 26 al 29 novembre 2006 si terrà la 47° Mostra internazionale del gelato artigianale.
La rassegna, che rappresenta il più importante evento fieristico a livello mondiale dedicato esclusivamente al gelato artigianale, si appresta a vivere quattro giornate di rara intensità per gli operatori di settore.
Il gelato artigianale in Italia, è bene ricordare, rappresenta un vero comparto economico, con oltre 32.000 punti vendita, entro i quali il Nord è prevalente con oltre 5.000 gelaterie in Lombardia e 3.000 nel Veneto, per un fatturato complessivo di 4 miliardi di euro, 100.000 addetti e un consumo pro-capite di 12 kg all’anno.
Alla 47. MIG sono presenti quasi 250 marchi aziendali, di cui 70 esteri, da ben 16 Paesi, su una superficie espositiva di 17.000 mq. per un'esposizione altamente qualificata, dove troveranno spazio le aziende leader in campo internazionale in fatto di macchine, attrezzature, semilavorati, materie prime, arredamenti e accessori per la gelateria. Longarone Fiere si prepara dunque a dar vita ad un evento di assoluto valore che ogni anno chiama a raccolta operatori e gelatieri da tutto il mondo.
Sono attese delegazioni provenienti da tutti i cinque i continenti (negli ultimi cinque anni l’afflusso di visitatori, quasi tutti operatori, è stato di 26.000 presenze, medie, delle quali 9.000 dall’estero, provenienti da 50 Nazioni).
il valore della mostra internazionale del gelato per la filiera veneta che rappresenta un vero e proprio distretto a servizio, oltre che delle gelaterie italiane, anche delle oltre 5.000 presenti nel Nord Europa dove, stagionalmente, operano più di 20.000 addetti di estrazione veneta.
Oltre all’aspetto prettamente espositivo, MIG rappresenta anche un atteso momento di incontro tra gli operatori del settore per fare il punto sull’andamento del mercato e discutere le problematiche della categoria. La rassegna avrà un’anteprima venerdì 24 novembre con l’importante seminario internazionale sul tema: “Gelato artigianale: le nuove frontiere di un prodotto italiano di qualità”. Sono inoltre previste le assemblee annuali delle associazioni dei gelatieri italiani operanti in Germania, Austria, Olanda e Ungheria e due convegni che affronteranno i temi del gelato nell’alimentazione degli sportivi e del ruolo della donna in gelateria.

Risale al dicembre 1959 la prima edizione della "Fiera del Gelato", la manifestazione fieristica internazionale incentrata sul "dolce freddo" che, ogni anno, agli inizi dell'inverno, vede Longarone (Belluno) capitale del gelato e richiama gelatieri da tutte le parti del mondo.

Quarant'anni fa erano altri tempi; l'iniziativa partì con modestia per volontà di gente del luogo, con sole 18 aziende espositrici, in quello che era il tradizionale punto di incontro dei gelatieri della Valle di Zoldo e del Cadore i quali nel periodo invernale facevano ritorno alle loro case, al termine della stagione di lavoro trascorsa nelle gelaterie in Germania, Austria, Olanda e in altri Paesi europei.

L'iniziativa cominciò a crescere da subito con vigore, ma il 9 ottobre 1963 tutto si fermò a causa della catastrofe del Vajont. Un'onda d'acqua terrificante spazzò via Longarone ed alcune frazioni vicine, mietendo 2.000 vittime. Tutti i documenti della Mostra Internazionale di Longarone andarono distrutti; bisognava ripartire da capo.

La Mostra Internazionale del Gelato Artigianale è andata negli anni ad assumere un ruolo sempre più importante, divenendo un qualificato punto di incontro per il mondo del gelato internazionale, riferimento fondamentale non solo per i gelatieri dell’area storica della Valle di Zoldo e del Cadore, ma, come stanno a testimoniare le oltre 30.000 presenze annuali, delle quali quasi la metà costituite da operatori stranieri in rappresentanza di una cinquantina di Paesi, anche per i gelatieri artigiani di tutto il mondo. Particolarmente significativa, in questo senso, la collocazione presso Longarone Fiere della sede di Artglace, la Confederazione europea dei gelatieri artigiani.

Nel corso delle giornate di apertura si tengono convegni su temi di stretta attualità, incontri e alcuni concorsi internazionali entrati ormai nella storia della rassegna, dalla Coppa d’Oro, giunta alla 36. edizione, al Festival d’Autore, ovvero l’arte del gelato in passerella, che ha già superato la quota delle undici edizioni. Da segnalare inoltre la consegna del premio “Gelaterie in web”, assegnato ai migliori siti internet delle gelaterie e del premio “Mastri Gelatieri”, assegnato ogni anno ad una famiglia o ad un personaggio che abbia contribuito alla promozione del gelato artigianale nel mondo, e lo svolgimento delle assemblee delle associazioni di categoria Uniteis, Ital, Agia e Agi-Ungheria.