Aumentano le vendite del prosciutto ''San Daniele'' del Friuli

A San Daniele del Friuli e' doppiamente 'Aria di Festa': non solo perche' dal 27 giugno comincia nel comune friulano la manifestazione che con questo nome celebra il famoso prosciutto, ma anche perche' i soci del Consorzio del Prosciutto San Daniele possono brindare per l'occasione ad una annata ottima, confermata dai dati economici sull'andamento delle vendite che a maggio 2008 che segnano addirittura un aumento di oltre il 7%, senza che i prezzi al consumo siano aumentati. Cifre in decisa controtendenza rispetto ai problemi che sta accusando tutto il mercato agrolimentare italiano e, in particolare, la filiera suinicola. Nei primi 5 mesi del 2008 la produzione della DOP "prosciutto di San Daniele" e' risultata costante rispetto a quanto fatto registrare nello stesso periodo dell'anno precedente. Il risultato produttivo al 31 maggio ammonta a 1.193.911 cosce destinate alla DOP lavorate nel 2008. Su base annua le vendite hanno registrato una crescita del 7,5% rispetto allo stesso periodo 2007. Il numero delle confezioni prodotte e certificate fino al 31 maggio 2008, inoltre, supera le 2.500.000 unita', con una variazione percentuale, riferita ovviamente allo stesso periodo del 2007, del +17%. Il dato – secondo il consorzio – conferma come l'affettato sia un prodotto che prescinde dagli andamenti congiunturali di mercato, mantenendo il trend positivo che prosegue da oltre cinque anni. Si conferma positivo anche l'andamento delle esportazioni soprattutto per i Paesi al di fuori dell'Unione Europea con aumenti delle vendite significativi negli Stati Uniti dove le esportazioni nel 2008 sono ulteriormente aumentare del +20% rispetto allo stesso periodo mese anno precedenti, ed in Giappone dove le esportazioni crescono del +10%. Il dato export complessivo del prosciutto di San Daniele si mantiene costante: il primo mercato e' quello francese con circa il 50% complessivo dell'export seguito da Germania, Austria, Svizzera, USA e altri paesi del Nord Europa. Il Consorzio punta sempre piu' ai mercati esteri. l'export per il San Daniele rappresenta una quota pari al 16% della produzione totale. E' inoltre recente la notizia dei primi 200 prosciutti di San Daniele sono stati sdoganati dalle Autorita' cinesi. Il primo container ha raggiunto Pechino, dove la DOP friulana sara' commercializzata, a partire dal prossimo mese di agosto, proprio in concomitanza con le Olimpiadi, nel punto vendita "Piazza Italia", il primo e unico food center italiano in Cina, creato dalla societa' Trading Agro Crai di cui il San Daniele e' socio, e gestito dalla societa' cinese CRAI Beijing Commercial Limited