Attenzione agli ingredienti quando acquistiamo il cioccolato!

"Stupisce che la notizia relativa alla condanna del nostro paese da parte della Corte di Giustizia dell'Unione Europea sull'introduzione dell'aggettivo "puro" a fianco della parola cioccolato sull'etichettatura dei prodotti italiani abbia suscitato tutto questo clamore.
" A dirlo è Eugenio Guarducci, Presidente di Eurochocolate, saputo della condanna definitiva dell'Italia per l'uso della dicitura "cioccolato puro" nell'etichetta del cioccolato contente solo burro di cacao, per distinguerlo da quello contenente altri grassi vegetali.
"Tutto sommato -prosegue Guarducci- "si tratta di una notizia ormai nota agli addetti ai lavori nel senso che il verbale di infrazione era gia' stato compilato da qualche anno e non rimaneva che attendere l'arrivo della multa che puntualmente e' arrivata. Dobbiamo domandarci piuttosto quali sono state in questi anni, mente si aspettava di ricevere la sanzione, le azioni che il nostro paese ha messo in atto, non tanto per tutelare il cioccolato italiano ed i suoi consumatori ma per proteggere la cultura di un prodotto di qualità a livello internazionale. A nostro modesto avviso e' mancata una sensibilizzazione politica costante che poteva riportare all'esclusione dei grassi vegetali dalla ricetta originaria del cioccolato, che deve prevedere solo massa e burro di cacao. Temo che la stessa Lobby che ha voluto l'introduzione dei grassi vegetali abbia saputo in questi anni annichilire ogni possibile e doveroso sforzo rivolto alla tutela di uno dei prodotti più rappresentativi della cultura alimentare europea.
"Eurochocolate -conclude il Presidente di Eurochocolate- si è schierata fin dall'inizio a favore di questa dicitura adottata dall'Italia per distinguere il cioccolato fatto con burro di cacao rispetto a quello contenente altri grassi vegetali con l'obiettivo di salvaguardare la qualità del cioccolato artigianale italiano. Anche se questa condanna può rappresentare un passo indietro, siamo certi che i nostri maestri cioccolatieri manterranno inalterata la qualità del loro cioccolato artigianale e che la crescente consapevolezza del consumatore nei confronti del cibo degli dei permetterà loro di scegeliere nel modo giusto."