Asti festeggia i 40 anni della ''Douja d'Or''

Si aprirà il prossimo 8 Settembre la 40ma edizione della Douja d’Or, la storica rassegna enologica organizzata dalla Camera di Commercio di Asti che negli anni è diventata un vero punto di riferimento fra le manifestazioni enologiche nazionali.
Per festeggiare il quarantesimo compleanno, la rassegna raddoppierà: oltre alla prima sede del Palazzo del Collegio di Asti, dove si svolgeranno tutti gli appuntamenti tradizionali, verrà coinvolto anche Palazzo Ottolenghi, presso cui sarà allestita una rassegna dedicata esclusivamente al Barbera, vino universalmente riconosciuto quale simbolo del territorio astigiano. A rendere ancor più spettacolare l’iniziativa contribuirà un ponte – costruito appositamente per la manifestazione – che collegherà le due sedi espositive.
Il momento culminante della rassegna coinciderà con l’assegnazione dei premi di qualità: per questa edizione sono pervenuti oltre 900 campioni di vino, ed alcuni di loro andranno ad aggiungersi ai 30 vini che sono stati insigniti dell’Oscar della Douja ed i 343 che hanno ricevuto la Douja d’Or.
I campioni saranno giudicati da una giuria composta dalla Camera di Commercio in collaborazione con l’Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Vino.
Alle degustazioni si affiancheranno altre manifestazioni:
– “Piatti d'Autore”, una serie di rendez-vous con i più rinomati chef dell'area artigiana;
– “Cioccolata del Conte”, ovvero un pomeriggio dedicato all’alchimia tra vino, cioccolato e letteratura;
– il 33° Festival delle Sagre Astigiane, il più grande ristorante italiano all'aperto, dove nelle casette del villaggio contadino, le 50 pro-loco della provincia prepareranno i menù della tradizione più autentica nella giornata di domenica 10 Settembre;
– la sfilata con oltre 3000 figuranti per le strade del centro storico che darà vita ad un suggestivo museo itinerante della cultura e della civiltà contadina.
Per gli amanti degli scacchi, invece, si svolgerà anche la seconda edizione di “Scacco con Bacco”, una grande partita a scacchi dove le pedine, sostituite da bottiglie magnum e portate da personaggi in costume del Settecento alfieriano, non si "mangiano" ma si"bevono".
Per gli amanti delle cose particolari, infine, è stata prevista la “Douja tra le rondini”, un calendario di degustazioni organizzate sulla torre Troyana di piazza Medici.

Alessandro Tibaldeschi

Maggiori informazioni possono essere richiesta presso la Camera di Commercio di Asti – Ufficio Comunicazione ed eventi (Tel. 0141/535262).