Alimentazione sana, cuore sano

Con lo slogan "La salute in piazza", l'ospedale Niguarda Ca' Granda, ha stazionato per un giorno in due punti di Milano per incontrare i cittadini e offrire un consulto medico . L'iniziativa è rientrata tra gli appuntamenti annuali di "Sette giorni per il Cuore", ciclo di iniziative promosse dall'Ospedale in collaborazione con la Fondazione Centro Cardiologia e Cardiochirurgia Angelo De Gasperis.
In quest'iniziativa Niguarda mette in campo l'esperienza di due aree di eccellenza: il Dipartimento Cardiologico, diretto da Ettore Vitali, e il Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica diretto da Maria Gabriella Gentile.
Entrambi i responsabili hanno evidenziato che, in Lombardia, come nel mondo occidentale, le malattie del sistema cardiovascolare sono la principale causa di morte; nel solo 2004 si sono registrati 18.000 ricoveri per Infarto Miocardio Acuto (con 16.000 pazienti) e 18.000 ricoveri per ictus (con 17.000 pazienti).
Tra i fattori di rischio di queste patologie vi sono anche il sovrappeso e l'obesità che determinano effetti metabolici negativi nei riguardi di pressione arteriosa, colesterolemia, trigliceridemia e insulinoresistenza; il tutto con un aumento del rischio relativo di 2-3 volte.
Le probabilità di sviluppare un diabete di tipo 2 e ipertensione aumentano di pari passo con l'aumentare del grasso corporeo; queste patologie, in precedenza prerogative dell'età adulta, colpiscono ora i bambini obesi anche prima della pubertà.
In questo scenario l'Ospedale Niguarda si propone ai cittadini milanesi anche in un ruolo di informazione, sensibilizzazione e di prevenzione. Pasquale Cannatelli, Direttore Generale dell'ospedale milanese, commenta: "la Regione Lombardia ha precisi obiettivi primari di prevenzione delle patologie acute e tra queste in primo piano vi è l'intervento per la prevenzione di patologie cronico- degenerative come le malattie cardiovascolari.
Su questa linea come ospedale lombardo abbiamo promosso questa iniziativa perché la prevenzione non è di competenza solo delle Asl e dei medici di famiglia ma anche delle strutture di eccellenza ospedaliere che non si limitano a curare ma anche a informare e formare.
Una corretta e puntuale attività di informazione e prevenzione contribuisce ad abbattere il rischio per i pazienti e a diminuire i ricoveri".
Il presidente della Fondazione De Gasperis, Benito Benedini, sottolineando la storica collaborazione con l'Azienda Ospedaliera, attiva dal 1968, evidenzia l'evento con queste parole: "la Fondazione Centro di Cardiologia e Cardiochirurgia Angelo De Gasperis ha fra i suoi scopi principali la prevenzione delle patologie cardiovascolari attraverso iniziative mirate a diverse fasce di pubblico. Vogliamo avvicinare i cittadini al dialogo diretto con la sanità ed i medici specialisti, non solo favorendo la diffusione di informazioni, ma offrendo gratuitamente un approccio diverso al controllo del proprio stato di salute".