Alba festeggia con “Nebbiolo Grapes” il vitigno Nebbiolo

Dalla Valtellina alle Langhe: Nebbiolo Grapes, la grande convention internazionale che celebra il vitigno nebbiolo, approda ad Alba, dove sarà protagonista dal 9 al 12 marzo 2006: tre giorni per parlare di nebbiolo, confrontarsi, incontrarsi, degustare. Tre giorni dedicati al nobile vitigno, fare il punto sulla situazione internazionale e prospettare il futuro dei grandi vini che da esso derivano. Il congresso, che avrà luogo nella prestigiosa cornice del Teatro Sociale, sarà strutturato in tre sessioni: le prime due a carattere scientifico e la terza dedicata invece al marketing e alla comunicazione.I produttori di nebbiolo provenienti da tutto il mondo (Italia, Stati Uniti, Sud Africa e Australia) potranno far degustare alla stampa internazionale e al pubblico i propri prodotti presentati ai banchi d’assaggio, allestisti presso la nuova struttura dell’Ampelio, futura sede del Consorzio e ampliamento dell’Università di Agraria.
La sessione viticola di venerdì 10 marzo vedrà avvicendarsi al microfono illustri relatori che affronteranno il vitigno Nebbiolo sotto diversi aspetti: dal punto di vista genetico e clonale (A. Schneider e F. Mannini – Istituto Virologia Vegetale – US Viticoltura – CNR Torino), della gestione agronomica del vigneto (S. Guidoni – Università degli Studi di Torino), del Microclima termico e luminoso e dell’ accumulo di antociani (G. Cola, M Rossoni, L. Rustioni, L. Mariani, O. Failla – Università degli studi di Milano, D. Eberle – Terre da Vino S.p.A. – Barolo CN; G. Murada – Fondazione Fojanini – Sondrio), del ruolo del portinnesto (G. Gay, A. Morando – Istituto Virologia Vegetale – US Viticoltura – CNR Torino).
La sessione enologica focalizzerà l’attenzione sulla vinificazione del Nebbiolo (V. Gerbi, A. Caudana, L. Rolle – Di.Va.P.R.A. – Università degli studi di Torino) sulla struttura chimica dei tannini (F. Mattivi, U. Vrhovsek, L. Valenti – Istituto Agrario San Michele all’Adige), sul colore dei vini derivati (E. Cagnasso, G. Zeppa – Università degli studi di Torino) e sugli aromi (D. Borsa, F. Torchio, L. Sotgiu, L. Ponticelli).
“L’idea di un cammino – afferma Giovanni Minetti, presidente del Consorzio – dedicato al nebbiolo e percorso da tutti i produttori legati al vitigno si è concretizzata due anni fa con la nascita di Nebbiolo Grapes a Sondrio, grazie all’iniziativa del Consorzio di tutela Valtellina e del suo presidente Casimiro Maule. A due anni di distanza siamo onorati di poter ospitare ad Alba per tre giorni la community internazionale del nebbiolo, che nella nostra terra vede molto probabilmente le sue origini e dove, in ogni caso, ha raggiunto forse il massimo livello di espressione qualitativa. Durante le tre sessioni in programma i lavori e le relazioni perseguiranno l’obiettivo di confrontare le esperienze dei produttori provenienti dai quattro continenti in cui viene allevato il nebbiolo nell’ottica di un arricchimento di esperienze davvero universale. Un grande interesse sarà poi dato dalla possibilità di degustare vini tra loro assai diversi, pur provenienti dalla stessa uva ma coltivata in ambienti tra loro del tutto dissimili”.
Le degustazioni saranno aperte al pubblico (ingresso a pagamento) sabato 11 marzo dalle ore 15.30 alle ore 19.00 e domenica 12 marzo dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Sloweb