Al Wto protesta dell'Ue per le esenzioni fiscali agli USA

La Wto (World Trade Organisation) ha nuovamente condannato gli Usa per il regime fiscale agevolato applicato nella cosiddetta Foreign Sales Corporation, la legge del 1984 che permette a molte multinazionali statunitensi di godere di incentivi fiscali attraverso filiali off-shore.
Un recente rapporto pubblicato da un 'panel' di esperti ha infatti di nuovo considerato non idonee le modifiche apportate alla legislazione del 2004 che mantengono ancora alcune forme di sussidi che, secondo la Wto, non sono in linea con le regole di concorrenza internazionali. "Gli Usa hanno ora tre mesi di tempo – ha detto il commissario Ue, Peter Mandelson, per agire ed evitare l'applicazione di misure sanzionatorie.
Il regime e' ancora in violazione con le regole della Wto. Quindi ora la responsabilita' resta degli Usa". Mandelson ha anche ribadito che l'Europa "non accettera' un regime che dia agli esportatori Usa, come Boeing ad esempio, un vantaggio competitivo. Stiamo solo cercando di ristabilire un livello di gioco equo". Nel maggio 2003 la Wto aveva autorizzato l'Ue a imporre sanzioni fino a 4 miliardi di dollari sulle esportazioni, uno degli ammontari piu' consistenti mai approvati.