Al via la carta dei diritti del ''ghiottone'' AICS

Il Settore Nazionale Turismo dell’AICS prosegue nel suo intendimento di valorizzare e diffondere la cultura associativa enogastronomia che spazia dalla cucina tradizionale alla cosiddetta “dieta mediterranea”, al fine di promuovere un nuovo movimento attraverso la costituzione della “Carta dei Diritti del Ghiottone”
L’intento è di creare un circuito per una ghiottoneria libera, creativa e genuina per favorire l’affermazione dei principi etici del piacere della buona tavola, del buon gusto, della ricerca degli antichi sapori.
A tale proposito organizza un CONVIVIUM gastronomico l’ 8 e 9 novembre 2008, a Marina di Massa, per definire e divulgare nel modo migliore la Ghiottoneria AICS.
Per il pomeriggio del giorno 8 novembre p.v. è stata indetta una gara gastronomica tra i circoli AICS che sono invitati a partecipare con un primo piatto tipico, della zona di appartenenza, che sarà sottoposto ad una giuria composta da 5 persone.
Le adesioni dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12,00 del 30 ottobre p.v. al Punto AICS di Taranto in via Cagliari 96 accompagnate dal nome del piatto con cui si vorrà partecipare alla gara e il nome del vino tipico locale abbinato, verranno presi in considerazione le prime sei iscrizioni
Particolari esigenze, per la preparazione dei piatti dovranno essere comunicate almeno 5 giorni prima, e comunque i partecipanti alla gara dovranno arrivare già con gli ingredienti necessari per preparare il piatto (primo piatto), con il vino da abbinarci e con il supporto, dove necessario, di pentole.

Questa la CARTA DEI DIRITTI del GHIOTTONE
• Premesso che l’AICS – Settore Nazionale Turismo intende valorizzare e diffondere la cultura associativa enogastronomia che abbracci la cucina tradizionale, la “dieta mediterranea”, la cucina regionale, e così via: la cucina genuina, globale dai sapori e colori antichi e nuovi e dei nostri territori.

• Considerato che l’intento è quello di dar vita ad un circuito per soddisfare i buongustai all’insegna della ghiottoneria libera, creativa e naturale, affermando i principi salutari del piacere della buona tavola all’insegna di antichi sapori, coniugati con l’arte e la civiltà del bere, alla base della pacifica convivenza sociale tra gli individui ed i popoli.

• Valutata l’opportunità di codificare questa filosofia dei piaceri della buona tavola e del buon vivere, intesa non come egoistico soddisfacimento dei personali capricci, ma come ricerca del benessere sempre più collettivo e comune, di “una civiltà dei destini”, auspicata dal Charles Fourier, si stabilisce quanto segue:
Art. 1 La carta dei Diritti del “Ghiottone” nasce per stimolare e promuovere le tendenze creative e ludiche dell’uomo per fargli riscoprire, attraverso la cucina, la bellezza gratificante del gioco, la sublime moralità del piacere che conduce alla qualità e condanna la quantità sprecona.
Art. 2 Si definisce “Ghiottone”, chiunque sia in grado di avere appetiti sani e genuini per i prodotti della natura manipolati con maestria e immaginazione tramite l’arte culinaria e che si riconosca nei principi della Carta.
Art. 3 Il ghiottone” organizza la propria esistenza alla ricerca della felicità della buona tavola sia personale che collettiva, attraverso l’impegno volontario e l’autofinanziamento, all’interno del circuito AICS.
Art. 4 Non esiste alcuna discriminazione di razza, di sesso, di religione, di nazionalità, di ideologia politica e di gusti, indicando nell’onnivorità la virtù precipua del Ghiottone”, nel superamento e nel rispetto di qualsiasi pregiudizio alimentare, che non sia il……cannibalismo.
Art. 5 Il “Ghiottone” ha diritto ad organizzarsi in qualsiasi forma di aggregazione associativa per conseguire i propri obiettivi enogastronomici.
Art. 6 E’ garantita la stretta collaborazione tra Accademia, Associazioni, ecc. che si riconoscano e si sostengono vicendevolmente su tutto il territorio in cui operano, senza limitazioni di confini nazionali o internazionali.
Art. 7 Le Associazioni, le Accademie, ecc. affiliate AICS potranno promuovere convenzioni e accordi con produttori alimentari. Tali convenzioni per essere estese all’intero territorio nazionale, dovranno essere concordate tra il produttore alimentare e il Settore Turismo della Direzione Nazionale AICS.
Art. 8 Ogni “Ghiottone” è impegnato a valorizzare ogni forma di arte enogastronomica, compresa quella piccante e afrodisiaca collegata alla cultura del peperoncino.
Art. 9 Ogni “Ghiottone” promuovere eventi, iniziative, incontri, convivi, simposi, pubblicazioni ecc. al fine di far conoscere la Cultura della Ghiottoneria.
Art. 10 Tutti i “Ghiottoni” possono fregiarsi del simbolo del “Ghiottone Buongustaio” che costituisce l’emblema dell’Associazioni enogastronomiche a affiliate AICS.

Autore della pubblicazione:
Archita Di Serio
ARCAS / ASSOCRAL ITALIA