Al Salone del Gusto mancheranno gli Stati africani a rischio Ebola

A Torino-Lingotto dal 23 al 27 ottobre.

C'era da aspettarselo: rimarranno a casa i piccoli produttori agricoli degli Stati africani a rischio Ebola; ma non i loro prodotti che rimarranno in bella vista a Terra Madre di Torino che si svolge in contemporanea con il Salone del Gusto dall,
Il segretario generale di Slow Food Italia, Daniele Buttignol, ha infatti annunciato che per ragioni sanitarie all’Oval non arriveranno dalla Nuova Guinea, Liberia e Sierra Leone.
Anche alcune delegazioni della Siria sono state bloccate per gli eventi bellici in corso.
Quest'edizione sarà comunque interessante; l’assessore alla Cultura Maurizio Braccialarghe ha così commentato il prossimo evento: “ è questo il vero, autentico inizio di un 2015 dedicato al cibo buono, pulito, giusto e sostenibile”.
Tremila delegati delle comunità del cibo provenienti da oltre 100 Paesi accolti da Carlo Petrini, Alice Waters ed Edward Mukibi, daranno inizio alla cinque giorni dedicate al Salone del Gusto e a Terra Madre giovedì 23 ottobre nella sala gialla del Lingotto. Intanto è già in corso, in piazza Carignano, la grande mostra fotografica di Oliviero Toscani dedicata a Terra Madre.