Al Biteg Forum degustazioni
all'Italian Wine Gallery''

In occasione del Biteg Forum 2006, in programma a Riva del Garda, in provincia di Trento, dal 12 al 14 maggio, l’Associazione dei Comuni Città del Vino presenta l’Italian Wine Gallery, uno spazio enoteca con degustazioni aperte ai visitatori. Saranno presenti oltre cento vini da vitigno autoctono, come il Ruché e l’Erbaluce di Caluso (Piemonte), il Sagrantino di Montefalco (Umbria), la Vitovska friulana o il Grecanico siciliano. Saranno in degustazione anche i vini della cooperativa Placido Rizzotto, che in Sicilia gestisce terreni sottratti alla mafia.
Le degustazioni saranno aperte al pubblico al prezzo di 10 € per un percorso da nord a sud tra bianchi, rossi e rosè.
Le degustazioni, per le quali sono previsti centocinquanta posti a sedere in totale, saranno condotte da Auctono srl, società che insieme a Città del Vino organizza la manifestazione itinerante Vip Vino in Piazza, dedicata ai vini autoctoni italiani.
“Al Forum Biteg 2006 di Riva del Garda le Città del Vino presenteranno la filiera del territorio, i progetti, le idee, tutte quelle iniziative che messe insieme l’una all’altra, come tanti pezzi di un mosaico, rendono il nostro sistema del vino più concorrenziale – ha dichiara Floriano Zambon, presidente delle Città del Vino. Oggi ai Comuni spetta il compito di fissare il valore del proprio territorio, quel bene prezioso che può rendere il vino un prodotto carico di valenze culturali e un’opportunità per sviluppare le economie locali attraverso l’enoturismo. E’ quanto la nostra Associazione sta facendo dal 1987, anno della sua fondazione”.
Sarà presentata nella giornata di apertura, sul prestigioso palcoscenico della Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico, la nuova edizione della “Guida alle Città del Vino”. Dopo Luigi Veronelli (1998), Alessandro Masnaghetti (1999), Carlo Petrini (2000), Burton Anderson (2001), Enzo Biagi (2002), Bruno Pizzul (2003), Jancis Robinson (2004) e Attilio Scienza (2005), a firmare l’edizione 2006 è il noto giornalista e critico enogastronomico Paolo Massobrio – direttore di Papillon, periodico di sopravvivenza gastronomica e autore de Il Golosario, la guida alle mille e più cose buone d'Italia- con un’ampia introduzione che richiama il mondo della vitivinicoltura italiana a rivalutare l’originalità dei nostri tanti territori: un patrimonio di centinaia di vitigni originali e altrettanti vini; il vero elemento di distinzione, non imitabile in Cina come in Austraulia, del made in Italy. L'appuntamento è fissato quindi per venerdì 12 maggio, alle ore 12,30, presso la sala 100.
Interverranno Paolo Massobrio, autore del saggio introduttivo, la nota scrittrice Isabella Bossi Fedrigotti, e Floriano Zambon, presidente delle Città del Vino.
La Guida alle Città del Vino sarà nelle principali librerie a partire da giugno al prezzo di copertina di 15 €.
Domenica 14 alle ore 9,30 la manifestazione si concluderà con l’Assemblea nazionale delle Città del Vino.