Agroalimentare: dalla Ue maggiori controlli su carne e verdure

Bruxelles – Dopo il recente scandalo dei prodotti alimentari "contaminati" con carne di cavallo di cui non si conosceva la provenienza,, la Commissione Ue ha varato un nuovo pacchetto di norme sui controlli nell'agroalimentare, con lo scopo di garantire il rispetto degli standard sanitari previsti dalle leggi comunitarie. Una materia complessa, disciplinata oggi da quasi 70 tra regolamenti e direttive, che saranno ridotti a cinque. Il sistema di controlli "dalla fattoria alla forchetta" previsto dalle leggi europee verra' rafforzato, con ispezioni piu' frequenti e sempre a sorpresa. In caso di nuovi scandali, la Commissione potra' obbligare gli Stati membri ad effettuare test sui prodotti, per verificarne l'effettiva composizione.

Fino ad oggi le multe, troppo basse, non disincentivavano i produttori disonesti a frodare i consumatori: d'ora in poi saranno quindi proporzionate al guadagno ottenuto con truffe e sofisticazioni. Il provvedimento introduce ancora, per la prima volta, un rimborso agli agricoltori per i danni subiti a causa di parassiti e malattie. Le norme passeranno ora al vaglio del Parlamento europeo e del Consiglio.

Fonte: Agi