Ad HOST, lusso green e multi-conviviale

HOST in fieramilano a Rho da venerdì 23 a martedì 27 ottobre 2015

Con il nuovo EXIHS, Host 2015 anticipa il futuro dell’ospitalità in alto di gamma.

È un lusso d’avanguardia il tratto distintivo del rinnovato spazio EXIHS – Excellent Italian Hospitality Services, il “contenitore del bello” ideato da Dante O. Benini & Partners Architects che, dopo il successo del debutto nel 2013, torna a esplorare in un unico concetto spaziale le più interessanti visioni sull’ospitalità del futuro.
In EXIHS 2015 questa essenza unica si fa interpretazioni sempre cangianti, nuove idee ed emozioni che infondono le quattro anime Mind, Work, Gym e Relax in altrettanti spazi per reinterpretare i non-luoghi caratteristici dei nuovi trend globali – dagli aeroporti agli hotel internazionali – trasformandoli in un viaggio esperienziale verso un’autentica accoglienza top-of-the-line.
“Stiamo parlando a una élite di viaggiatori, i protagonisti della cosiddetta ‘globalizzazione positiva’: gli stessi che affollano le lounge degli aeroporti e scelgono di volare in prima classe o in business per incontrare i propri pari e intessere relazioni– spiega l’architetto Benini –. Per rispondere, in modo efficace, a queste esigenze, anche anticipando le tendenze, il progettista deve ricorrere a un approccio psicologico, creare le condizioni che favoriscono quest’incontro di persone e di competenze: nella progettazione lo ‘stile di vita’ non si esprime, solo dal punto di vista del design, ma anche e soprattutto da quello funzionale e strutturale, definendo gli spazi, che ne abilitano l’esperienza”.
Il concept ideato dall’architetto Benini è completato dall’immagine grafica curata dall’architetto Pier Luigi Cerri e dal progetto visual dell’architetto P. Denise Viviani ed è animato da una selezione di must del Made in Italy, e non solo. Le icone del design di Alessi o iGuzzini e le proposte di arredo smart working di Sagsa incontrano le pregiate sedute in pelle di Baxter o i convertibles delle innovative soluzioni notte di BK Italia, mentre la passione per il vetro di FIAM abbraccia l’inconfondibile allure scandinava di Nyanordiska e la collezione di arredi speciali di Ivanoredaelli, e le essenze e gli oggetti design-oriented di Kartell Fragrances si coniugano con l’hi-tech di Technogym, Yamaha o Enomatic, declinato nei wine dispenser, il tutto sul background dei pavimenti e rivestimenti di Liuni.
Eccellenze che, in EXIHS 2015, mixano sapientemente in un’atmosfera cosmopolita i momenti del lavoro nomadico, del benessere bohémien e del relax di lusso che vogliono vivere ogni giorno questi viaggiatori d’élite, primi interlocutori dell’hospitality in alto di gamma.
In questa filosofia di ricerca di un equilibrio quasi zen in un mondo dinamico e complesso rientra anche l’altra grande novità: un polmone verde progettato dagli architetti di landscape design di Studio Ankhè, che aggiunge una “stanza vivente” alla progettazione per l’ospitalità, nel segno della cultura di unverde non solo paesaggistico anche in linea con il tema di EXPO. Si tratterà infatti di un edible garden dove chef e pubblico potranno attingere ai sapori genuini di frutta e verdura, coltivati in modo tradizionale, naturale e a Km. 0, ma anche di un healing garden memoria degli antichi orti di piante curative.
“Le essenze proposte da Ankhè– illustra l’architetto Giuliana Marsiaj, partner dello Studio –, sono autunnali e decorative: le cicorie in varietà, i cavoli, i cavolfiori, i finocchi, i peperoncini di varie forme e colori, i fiori commestibili come nasturzi e tagete, le piante aromatiche: salvie, coriandolo, levistico, issopo, rosmarini, pepe rosa, timo, menta e origano, composti in un disegno formale e geometrico ispirato all’‘hortus conclusus’ della cultura classica. A contorno una serie di piante da frutto quali: nespolo germanico, fico, limone e pero”.
Altro forte elemento caratterizzante di EXIHS 2015 sarà il tema della multiconvivialità, che porta l’idea dell’incontro di persone e competenze nel mondo food, sempre in linea con EXPO, riunendo intorno a un unico tavolo commensali che non si conoscono, ma sono accomunati dall’appartenenza agli stessi ambienti internazionali di cultura e di business.
“Assistiamo a un’evoluzione simile anche nel mondo della ristorazione– conclude Benini –, dove ai tradizionali tavolini da due distanziati di 80 centimetri si stanno sostituendo nuove tipologie di tavoli e sedute, dalle panche e le tavolate alle forme più avvolgenti, che favoriscono la condivisione con estranei: un modello che ho definito ‘multiconvivialità’”.
A Host2015 lo spazio EXIHS sarà ospitato al pad. 6/10 nell’ambito della macro-area Arredo e Tavola. Le altre due macro-aree della manifestazione sono dedicate rispettivamente a Ristorazione Professionale con Pane-Pasta-Pizza e Bar – Macchine per Caffè – Vending con Caffè-Tea e Gelato-Pasticceria.
Per informazioni su Host2015: www.host.fieramilano.it, @HostMilano, #Host2015

Ufficio Stampa Fiera Milano
Rosy Mazzanti – Simone Zavettieri
e-mail press.host@fieramilano.it
Flaviana Facchini Relazioni Pubbliche
e-mail press.host@fieramilano.it