A Torino, 'TEDx'' analizza il futuro del cibo quotidiano

La giornata delle idee che cambieranno il mondo. Racconta Luca Iaccarino ed altri nomi noti

Domenica, 29 gennaio 2017 presso il Centro Congressi Lingotto. Via Nizza 280. Torino

Dove pranzeremo, tutti i giorni, fra 10 anni? Quali sono le tendenze che ci aspettano? Ma soprattutto, chi le determinerà?
Luca Iaccarino, giornalista gastronomico e Food Editor di EDT Lonely Planet, sale sul palco di TED per raccontarci la sua idea, che è anche la sua speranza. E cioè che tra tanti riflettori puntati sull’alta gastronomia, uno s’accenda sulla ristorazione quotidiana, sulle trattorie in cui, ogni giorno, mangiano 13 milioni di italiani. 13 milioni di pasti totalmente ignorati dai mass media se non da LEI, la Grande Sorella: La Rete.
Tripadvisor è bene? E’ male? Quale sarà il futuro dei social che misurano il gradimento dei locali? Che responsabilità avrà ciascuno di noi nel determinare il cibo domani?

Quello che si racconterà a Torino il 29 è il mondo dei prossimi 10 anni, visto da chi sta già studiando per immaginarselo e lavorando per cambiarlo!
Se credete nella forza delle idee il 29 gennaio 2017 non prendete impegni. A Torino si organizza un grandissimo evento: la giornata di tutti quelli che vogliono cambiare il mondo e che in molti casi lo stanno già cambiando.
Un giorno. 29 gennaio.
Un titolo. This must be the place.
Un tema (I Luoghi) e tre sessioni (Le Persone, Il Cambiamento, Il Pianeta) per svilupparlo.

Il modello, ormai diffuso, è quello di TED, l’organizzazione no profit americana nata nella Silicon Valley per andare alla "ricerca di idee che meritano di essere diffuse” e condividerle.
23 ospiti, ognuno con qualcosa di molto interessante da raccontare. Ognuno di loro ha tra i 5 e i 14 minuti per salire sul palco e parlare della propria idea. Innovativa, rivoluzionaria, controcorrente, sorprendente. Il bello è che anche argomenti che sembrano distanti e poco comprensibili, sul Palco di TEDx hanno la capacità di apparire semplici e alla portata di tutti.

I TED saranno 23. Oltra a Luca Iaccarino saliranno sul palco Gianluca Boggia, a ragionare su carcere e lavoro, Guido Avigdor, nel mondo della comunicazione un vero guru.
Parole e musica, talk e installazioni artistiche. Attesissimi i MYBOSSWAS, recenti vincitori di Biennale College in una performance affascinante fra musica acustica, musica elettronica, video e animazioni.
Singoli che possono fare la differenza. E una community in ascolto. Non solo Millenials ma un popolo di curiosi, in arrivo da Torino come da Palermo, da Roma e persino da Barcellona perché, come diceva Archimede, “datemi un’idea (una leva?) e vi solleverò il mondo”.

Il programma è fitto. 23 interventi in 3 sessioni e nelle pause la possibilità di conoscerci, scambiare idee e opinioni, Perché le idee non stanno mai ferme; e nemmeno TEDxTorino.
Le telecamere filmano ogni intervento, perché possa essere messo in rete e diventare davvero patrimonio di tutti, attraverso una miriade di canali, a cominciare da Facebook, Flickr e Youtube, di bocca in bocca, di smartphone in tablet. Le idee convivono e si scontrano. Ed è bello così. Perché le idee sono dappertutto, non solo sul palco. Informazione, ricerca, esperienze, filosofia si rincorrono. E così ci si ferma a parlare nel foyer, durante le pause, tra un coffe break e il buffet del pranzo.
Questo è TEDxTorino, il primo grande evento italiano TEDx del 2017, e l’attesa è tanta.
www.tedxtorino.it

I biglietti sono in vendita su www.evenbrite.it. Prezzi a partire da € 15

Nel dettaglio, gli interventi delle tre sezioni:

La prima sessione dal titolo "Le persone" è prevista tra le 11:30 e le 13:00 e ospiterà i gli interventi di
(in ordine alfabetico e non di apparizione)

Fabrizio Alessio – Design e making: l’innovazione a portata di mano (TooWheels: una carrozzina progettata per essere opensource, autocostruibile ed accessibile)
Miguel Belletti – La Mobilità, il viaggio. La migrazione aiuta lo sviluppo della personalità
Daniele Celona –Cantautore, candidato premio Tenco Miglior Canzone 2015 e Miglior Videoclip 2016 -performance
Gianni Denitto – Il viaggiatore col Sax
Eleonora Pantò – I videogiochi per crescere
Rosi Sinicropi – The Self portrait experience
Slavina – Sessopolitica per principianti: il corpo come luogo da liberare

La seconda dal titolo "Il Cambiamento" inizierà alle 15:00 per concludersi alle 16:30 – e ospiterà i talk di
(in ordine alfabetico e non di apparizione)

Guido Avigdor – Torino da dormitorio a laboratorio
Mauro Berruto – Lo sport che ci trasforma
Eugenio In via di Gioia – Gruppo musicale torinese vincitore del premio della critica al Premio Buscaglione – Performance
Christian Greco – Il Museo Egizio di Torino La trasformazione e il futuro di una eccellenza culturale.
Luca Iaccarino – This must be the Trattoria. Il cibo come collettore e protettore della comunità
Matteo Negrin – Un tinello per la musica da camera
Lele Rozza – La governance, alcune ipotesi di interazione tra pubblico e privato
Florinda Saieva – La felicità è ovunque
Federico Sirianni – La città che ti accoglie e ti parla, dal punto di vista di un artista

La terza sessione si intitola "Il pianeta" inizierà alle 17:30 per chiudersi alle 19:00 e ascolteremo:
(in ordine alfabetico e non di apparizione)

Gianluca Boggia – Se l’ozio è il padre dei vizi, perché in carcere non si lavora?
Antonio Castagna – Il valore circolare
Dario Faini – Come si scrive la canzone perfetta
Giorgio Ferrero My boss Was – Quando diversi mezzi di comunicazione si intrecciano in un unico racconto.
Luca Mercalli – La situazione del clima e come l’uomo può/deve relazionarsi ai cambiamenti
Sergio Sorgi – Benessere e futuro
Rahel Sereke – Come è fatta una città accogliente?

Francesca Mariotti
Ufficio stampa MAYBE
Via Giordana 3
10128 – Torino
Tel 011/5534519
Cell. 333/4008592
www.maybepress.it