A Tipicità, il riso delle Marche gemellato con il riso vialone nano veronese

Tante sono le iniziative che la manifestazione "Tipicità" propone nelle sue annuali edizioni.
"Tipicità" è la rassegna di prodotti tipici delle Marche che quest'anno ha superato il 13° traguardo, proponendo una completa esposizione delle specialità gastronomiche regionali nei tre giorni di incontri.
Oltre al gemellaggio con un Paese straniero (e quest'anno è stata la volta della Slovenia), annualmente è tradizione di "Tipicità" gemellarsi con una regione italiana.
Nel 1982, quando "Tipicità" aveva mosso i primi passi, era stato il riso vercellese (Consorzio del riso di qualità di Desana) ad inaugurare questa formula fra i gemellaggi regionali; quest'anno invece si è parlato di "Storia di una cultura minore", ossia il riso delle Marche, coltivato in gran parte nella provincia di
Pesaro.
Per illustrare la "Strada del riso Vialone Nano Veronese" è intervenuto un vero "Ambasciatore" del riso, Gabriele Ferron di Isola della Scala, personaggio noto in Italia, perchè guida un'azienda agricola di famiglia che opera sin dal lontano 1650 quando i Ferron crearono la prima "pileria" azionata ad acqua, sfruttando la potenza della Fossa Zenobia, un canale irriguo che per secoli ha mosso la grande ruota a pale, motore centrale della "Pala Vecchia", simbolo dell'antica e rinomata "riseria Ferron".
Organizzata dal Comune di Fermo (ora provincia con la sigla FM) in collaborazione con la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, la regione Marche con "Tipicità" si colloca ormai a pieno titolo nel panorama nazionale degli eventi di settore, rappresentando un fondamentale punto d'incontro tra produttori e relativo mercato di riferimento enogastronomico.
Isola della Scala è considerata la capitale del riso Vialone nano Veronese IGP e nel corso della serata, in onore della Provincia di Verona, Gabriele Ferron nelle vesti di chef ha deliziato il palato di oltre un centinaio di ospiti, con un classico "risotto all'isolana" ed altre specialità veronesi accompagnate dai vini Soave, Recioto e Bardolino tutti Doc.
La degustazione del riso "Vialone nano Veronese" a cura della "Strada del riso", ha coinvolto nel padiglione "Tipicità" tutti i visitatori della rassegna che a mezzogiorno hanno sostato nello stand veronese.
Non solo un abbondante "risotto al gorgonzola e spinaci", ma anche altre specialità come il "Durello dei Lessini Doc" con il "formaggio Monte Veronese Dop".
Si è trattato di un vero laboratorio di marketing territoriale per la pianura veronese.
Un'iniziativa valida, assai apprezzata dal grande pubblico presente nel salone del turismo enogastronomico marchigiano.
Soddisfatti i responsabili della "Strada del riso vialone nano veronese" che si sono fatti promotori di due ben distinte degustazioni di vini che hanno accompagnato il buon mangiare con risotti, salumi e formaggi tutti naturalmente veronesi.
Con i colori, i profumi e la cultura, "Tipicità" ha concluso la sua 13° Edizione di un Festival che ha saputo coinvolgere, oltre le regioni italiane, nazioni come il Sud Africa, la Spagna, la Giamajca e la Slovenia, tanto per citare gli ultimi grandi appuntamenti.
A Fermo si lavora già per l'appuntamento del 2006.
Questa completa rassegna delle specialità gastronomiche tipiche marchigiane segue un particolare calendario, che si tiene sempre la domenica precedente della festività delle Palme, ossia quindici giorni prima della Pasqua.

Alfredo Zavanone