A Rivanazzano agricoltura d’avanguardia

Fragole, ma anche tanto altro…

Rivanazzano/Pavia – "Quando si parla di giovani che tornano all´agricoltura, il caso di Paola ed Emanuele Visigalli è eclatante. Lei si occupava addirittura di consulenza fiscale e tributaria internazionale a Lugano, lui lavorava all´estero. Oggi coltivano e commercializzano con successo una serie di prodotti, a partire dalle fragole". Lo ha detto l´assessore regionale all´Agricoltura, visitando l´azienda agricola Malbosca a Rivanazzano Terme (Pavia), nata nel 2011 per iniziativa dei due fratelli Visigalli. Nuova Agricoltura – "Qui c´è tutta la modernità di una campagna nuova – ha commentato l´assessore -, avviata sfruttando una proprietà di famiglia e valorizzata con la coltivazione fuori suolo su terra di fragole di qualità, che commercializzano con la vendita diretta". Oltre a fragole, anche zucchine, carote, patate, melanzane e pomodori, richiesti come ingredienti disidratati per chi produce risotti pronti e altri prodotti alimentari. Forte Richiesta Di Disidratati – "La richiesta di prodotti disidratati è forte – ha spiegato Paola Visigalli -: la fragola per il muesli e la mela della Valle Staffora, che in parte coltiviamo e in parte prendiamo in loco, per gli snack". Altra ´chicca´ dell´azienda di Rivanazzano la coltivazione di mais ´ottofile´, varietà di pannocchia tipica dell´Oltrepo, "che non coltiva più nessuno – ha detto Visigalli -, perché la resa è bassissima. Noi preferiamo privilegiare ancora la qualità".