A Milano presentazione del libro ''Terlan – Wein Vini Wine''

“Il vino ha una memoria strabiliante, ricorda le mattinate rigide in cui la brina ricopriva ancora l’erba, i concerti delle cicale che allietavano i pomeriggi torridi estivi, i colori cangianti dell’autunno, ed anche i raggi di sole che, dopo un temporale, tornavano a far capolino dietro le nuvole. Da una stagione all’altra, ogni giornata è diversa, e lascia un’impronta che gli acini si portano appresso fin dentro ai calici che ne custodiscono la storia.” Così inizia uno dei dieci capitoli.
L’opera, elegante e rappresentativa, visualizza il particolare terroir di Terlano e comunica in modo efficace la filosofia che sta dietro al vino terlanese, fatta di tradizione, individualità e longevità. Con fotografie tanto raffinate, quanto riuscite – scattate da Udo Bernhart, fotografo di fama internazionale – il volume illustra il particolare carattere del vino di Terlano, che trae origine dall’unicità della zona in cui sorgono i vigneti, l’area delle pendici ripide e soleggiate poste tra i 250 e i 900 metri sul livello del mare. La macchina fotografica accompagna tanto i viticoltori, nel loro lavoro nei vigneti, quanto il vino, nel suo processo di maturazione nella cantina.
I testi, redatti dalla scrittrice Karin Bernhart, descrivono ciò su cui la nostra essenza e filosofia si poggiano, senza cui il vino di Terlano non potrebbe esistere: la terra, il sole, il tempo e gli uomini. Dati informativi e testi tecnici elaborati dall’autrice Eva Ploner. L’opera è pubblicata in tre lingue: tedesco, italiano ed inglese.

Un libro per chi ama la vita e apprezza il buon vino; un’ode appassionata, dedicata ai vini di Terlano.