A “Il Bontà” di Cremona in scena le erbe aromatiche

Profumi e sapori delle erbe nostrane arricchiscono le preparazioni culinarie e fanno bene alla salute.

Alla 10^ edizione de Il BonTà che si svolgerà (Fiera di Cremona, 8-11 novembre 2013) saranno protagoniste le erbe aromatiche.

L'aggiunta di aromi nell'alimentazione è un uso molto comune e importante per esaltare il gusto e il gradimento dei cibi e renderli più digeribili. Se una volta l'utilizzo del sale era il modo più utilizzato per rendere sapida una pietanza, oggi la maggior attenzione verso la salubrità di ciò che mangiamo ha convinto ad utilizzare in modo sempre più massiccio gli aromi naturali delle erbe per esaltare il sapore di un piatto, evitando l'utilizzo del sale considerato la prima causa delle malattie vascolari.

Tutte le erbe aromatiche hanno anche una valenza fitoterapica (proprietà antibatteriche, digestive, tonificanti) ed è quindi molto utile conoscerle per poterle utilizzare al meglio. Il loro uso ha origini molto antiche, gli storiografi hanno attestato che nel 812, Carlo Magno, primo imperatore del Sacro Romano Impero, con un editto obbligò a coltivare le erbe "salutari" che erano contenute in un elenco, in numero di 74.

Dell'utilizzo delle erbe aromatiche in cucina, delle loro qualità fitoterapiche e dei metodi di coltivazione se ne parlerà a Il Bontà (Area Degustazione Artusi) durante il seminario “La cucina delle erbe”, organizzato da CremonaFiere con la collaborazione del Club del Fornello (sabato 9 novembre ore 14.30-16.00). Le erbe che verranno prese in esame sono: finocchietto, dragoncello, timo, maggiorana, rosmarino, alloro, origano, salvia e menta.

Saranno indagate sotto tre punti di vista: Angela Zaffignani, ideatrice del “birdgarden” in Italia cui è arrivata visitando i giardini del National Trust in Inghilterra per imparare l’arte inglese del giardinaggio naturale, parlerà dei metodi di coltivazione e ne illustrerà le caratteristiche botaniche; Gisella Corvi, Presidente nazionale del Club Il Fornello, oltre che farmacista, tratterà le qualità fitoterapiche di ognuna e Licia Cagnoni, chef di Bollicine e Bistrot di Parma, ha lavorato a lungo al fianco di Claudio Sadler a Milano, è apparsa in programmi tv con lo chef Simone Rugiati, preparerà alcune ricette utilizzando le erbe presentate: pane al finocchietto, crema di patate all'alloro, polpettine alla salvia, gelatina di mela alla menta.

L'incontro coinvolgerà tutti i sensi: vista, gusto, tatto e olfatto infatti le erbe si potranno toccare, vedere, annusare e soprattutto sarà possibile assaggiare i gustosi piatti preparati dalla chef Licia Cagnoni.