A Greve, in Chianti si celebra ''Il grappa day''

Al teatro Boito di Greve in Chianti, il 17 settembre 2005, si svolgerà il “Grappa Day” secondo un programma culturale e di ospitalità consolidato: una parte scientifica/convegnistica, un appuntamento editoriale e un momento di approfondimento dei temi trattati. Un programma rivolto ai protagonisti del mondo della grappa e a chi intende il distillato come un vettore di valori culturali e sociali tipicamente italiani.
La storia moderna della grappa si fa ogni due anni, con l'appuntamento più importante dedicato esclusivamente al distillato italiano per antonomasia. Il "Grappa Day", nella consueta cornice di Greve in Chianti (Firenze), si ripete dal 1992, ad ogni biennio per organizzare e rendere pubblici i contributi e gli studi più aggiornati e attendibili sulla grappa, un prodotto che, con sempre maggiore convinzione, si presenta al mondo come ambasciatore della cultura alimentare italiana.
Il “Grappa Day” 2005 sarà imperniato sulla divulgazione e sul commento dello studio di Nomisma su "grappa e mercato", la prima analisi ragionata e dettagliata sull'argomento.
Un’analisi svolta in un momento particolarmente opportuno per il settore italiano della distillazione: un decisivo processo di metamorfosi che la porta a costituire un'autentica risorsa economica nell'ambito del sistema commerciale del Made in Italy, orientato sui mercati internazionali. L'evento sarà anche il podio per onorare quelle personalità che si sono particolarmente impegnate nella valorizzazione "a tutto tondo" della grappa e dei suoi valori.
Il “Grappa Day” è stato pensato e realizzato, fin dalla sua prima edizione, dal “Centro Documentazione Grappa Luigi Bonollo” in collaborazione con le Distillerie Bonollo Spa che, in quasi cento anni di attività, hanno potuto attraversare, da protagoniste, tutte le fasi storiche della distillazione delle vinacce, della commercializzazione e della valorizzazione delle grappe e delle acquaviti.