A Gorizia, 3° edizione ''Vino e Territorio''

A Gorizia, dal 10 al 13 giugno si tiene la terza edizione di "Vino e Territorio".
Ideata e promossa dal Movimento Turismo del Vino, con inizio alle ore 15, si terrà il convegno "Strade del vino e sviluppo turistico della Regione".
In abbinamento al MiWine di Milano, nei giorni 10-11 e 12 giugno si terranno work shop fra buyer esteri e produttori friulani, nel settecentesco Palazzo Attems di Gorizia.
Nell'ambito dell'iniziativa diversi giornalisti ed operatori turistici potranno conoscere le bellezze di questo territorio.
Fra gli obiettivi della manifestazione vi è, infatti, anche quello di incrementare tra i professionisti del settore la conoscenza di questa regione affinchè venga potenzita l’immagine turistica.
Hanno confermato la presenza un centinaio di buyer del vino provenienti principalmente dai paesi nord europei, dal Canada e dagli Stati Uniti
Essi avranno l’opportunità di incontrare personalmente, tramite colloqui individuali, una settantina di produttori di vino della regione e di degustare i loro prodotti.
Nel contempo anche diversi rappresentanti italiani e stranieri del giornalismo e della domanda turistica saranno condotti alla scoperta del territorio regionale e delle produzioni tipiche entrando in diretto contatto con le entità turistiche più rappresentative. Potranno così apprezzare gli eccellenti vini, la prelibata cucina e le ricchezze storiche, artistiche ed ambientali di questo estremo lembo orientale d’Italia, che nel raggio di un centinaio di chilometri racchiude vette alpine, litorali marini, colline e pianure tappezzate di vigneti.
La manifestazione ha lo scopo di sensibilizzare gli addetti ai lavori sulle bellezze di questa regione e di come, tramite il vino, si possa creare anche un circuito turistico eno-gastronomico ed è stata resa possibile grazie ad un importante contributo finanziario erogato nell’ambito dei programmi promozionali Ice – Regione.
La Regione ha assegnato alla CCIAA di Gorizia il compito di coordinare l'iniziativa, insieme con il Movimento Turismo Vino.

Alessandro Tibaldeschi