A Golosaria in mostra una 500 di cioccolato

Domenica, 25 novembre, giorno di apertura della rassegna più ghiotta dell'anno, il Comune di Torino ha lanciato il carrello del cioccolato: la novità di CioccolaTò
2008 per cui i designer saranno chiamati a studiare un modello da
utilizzare nei migliori ristoranti della città per servire il cibo
degli dei così come accade per i formaggi.
A darne notizia l'Assessore al Turismo della Città di Torino Alessandro Altamura.
Il carrello del cioccolato del resto è una moda che sta prendendo
piede.
Paolo Massobrio ne ha apprezzato la valenza a La Torre del Saracino di Vico Equense e crede che a Torino, città capitale del cioccolato, questa possa essere una bella idea, come un'idea è stata la cioccolatiera da passeggio ideata dal designer emiliano Umberto Dallaglio, presentata a Golosaria.
"In effetti l’ultimo anno ha segnato, in città, la nascita di nuovi
locali dedicati al cioccolato – dice Paolo Massobrio – citando Guido
Gobino in via Lagrange, Ernst Knam ad Otium, Luca Montersino a
Eataly, ma anche la Piazza dei Mestieri di via Durandi dove uno
storico maestro cioccolatiere prepara coi ragazzi giandujotti
irresistibili”.
E a Golosaria c’è addirittura una 500 di cioccolato a sancire questo primato mentre Luca Montersino ha presentato qui la cioccolateria del domani che abbina frutta fresca a cioccolata.

Ufficio stampa
Sarah Scaparone