A Firenze il G20 dell’Agricoltura

I big del mondo a Firenze: il programma del summit dal 16 al 18 settembre. Giovedì sera, al Teatro della Pergola, il ministro Patuanelli aprirà i lavori con l’Open Forum. Venerdì e sabato le riunioni saranno in Palazzo Vecchio. Eventi in tutta la città

Sostenibilità, sarà questa la parola che risuonerà di più fra le sale di Palazzo Vecchio nei prossimi giorni. Il futuro dell’agricoltura si discuterà proprio qui, nel cuore di Firenze, con i big della terra. È il G20 dell’Agricoltura dal 16 al 18 settembre che metterà il capoluogo toscano al centro del dibattito sociale e politico su quel che saranno i sistemi agricoli e alimentari del futuro, la tutela delle risorse e della biodiversità e le nuove emergenze nate con la pandemia.

Parata di big della politica, dunque, che saranno accolti dal padrone di casa, il ministro dell’Agricoltura, Stefano Patuanelli, e che seguiranno un calendario serrato e blindato, ma finalmente in presenza, con lo streaming solo in funzione complementare. Si parte il 16 pomeriggio, con l’Open Forum, al Teatro della Pergola, e poi la due giorni, il 17 e il 18, di Ministeriale Agricoltura, un susseguirsi di riunione da cui emergerà un documento e una strategia per il futuro.

Gli eventi in città
Firenze si è preparata da tempo, con eventi realizzati dalla Regione Toscana e dallo stesso Comune e che hanno coinvolto le varie anime della città, dalla cultura all’educazione.

“G20 IN CITTÀ”, ECCO TUTTI GLI EVENTI CHE ACCOMPAGNANO IL SUMMIT INTERNAZIONALE
Un percorso tra i luoghi simbolo del centro che si snoda tra i giardini apparsi in piazza Duomo e le esposizioni in piazza Repubblica, piazza Poggi e Santa Croce, fino a Villa Bardini e San Miniato al Monte.

Il summit sarà anche un’occasione importante per il settore in tutta la Toscana. “L’agricoltura – ha detto il presidente della Regione, Eugenio Giani – si sta rivelando uno dei motori della ripresa economica. Stiamo sempre di più vedendo che accanto alla manifattura, ai servizi, vi è la produzione agricola. Le esportazioni in questo momento sono trainate proprio dal vino e i vini di qualità della Toscana stanno sempre di più diventando un elemento anche di motore per l’estensione del territorio vinicolo in regione”. Tra le sollecitazioni che la Regione Toscana farà al ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli, ci sarà la richiesta “di interventi ed investimenti che diano il supporto alle esportazioni, ma anche il supporto alla realizzazione di quei bacini che con l’acqua possono consentire l’espansione dell’agricoltura in Toscana”.

Cosa è il G20 e chi ne fa parte
Ci sono le principali economie del mondo nel G20, l’80% del PIL mondiale, il 75% del commercio globale e il 60% della popolazione del pianeta. I Paesi membri sono: Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, India, Indonesia, Italia, Messico, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Sud Africa, Turchia e Unione Europea. A questi si aggiunge la Spagna, che è un invitato permanente del G20. Vi partecipano inoltre diverse organizzazioni internazionali. A questo summit di Firenze partecipano: FAO, OCSE, WORLD BANK, OMC, WFP, OMS, ILO, CGIAR e IFAD. Quest’anno, la presidenza è italiana e in tutto il Paese si sono tenuti summit su vari temi, dal Turismo al Lavoro, dall’Economia all’Ambiente. Il vertice finale si terrà il prossimo 30 e 31 ottobre a Roma.

Il programma dell’appuntamento internazionale di Firenze
Si parte il 16 settembre 2021, con l’Open Forum sull’Agricoltura Sostenibile al Teatro della Pergola, a partire dalle 14.30. Parteciperanno i ministri dell’agricoltura e delegati dei Paesi G20 e non, i rappresentanti delle organizzazioni degli agricoltori e delle organizzazioni internazionali e di imprenditrici e imprenditori agricoli. Il Forum sarà aperto e presieduto dal ministro Patuanelli e si dividerà in quattro sessioni. La prima è focalizzata sull’aumento della produttività, dell’occupazione e del valore aggiunto nei sistemi agricoli. La seconda sessione sarà dedicata alla necessità di migliorare i mezzi di sussistenza e la crescita economica inclusiva delle comunità rurali. La terza sezione tratterà della sostenibilità ambientale. La sessione finale sarà incentrata sulla cooperazione internazionale, con un focus specifico sulla crescente domanda di cibo in Africa e sul ruolo dell’agricoltura sostenibile. All’evento parteciperanno anche ospiti speciali, tra cui l’imprenditore Brunello Cucinelli e lo chef Filippo La Mantia che presenteranno la loro esperienza in materia di sostenibilità. Il Forum si chiuderà con una esibizione musicale eseguita dal Conservatorio di musica “Luigi Cherubini” di Firenze.

Venerdì e sabato saranno le giornate legate alle riunioni istituzionali. La Presidenza italiana del G20 ha voluto puntare l’attenzione su cinque temi: la sostenibilità nei sistemi alimentari, l’agricoltura sostenibile in tempo di emergenza sanitaria globale, la ricerca, l’obiettivo fame zero e infine il contributo del G20 all’imminente Vertice delle Nazioni Unite sul sistema Alimentare. Al termine della ministeriale agricoltura sarà adottato il comunicato finale dei ministri del G20. Nel programma istituzionale c’è anche una visita “sul campo” a vino e olivicoltura e una alla Galleria degli Uffizi (17 settembre). Sabato è prevista anche una parata storica nelle vie del centro della città, alle 12.30, per salutare il G20.

Fonte: intoscana.it/Clara D’Acunto