58° Sagra del pesce. A Camogli

Oltre tre tonnellate di frittura nella maxi padella sul mare

Domenica 10 maggio, nella cittadina ligure della riviera di Levante. Promossa dal Comune e organizzata dalla Pro Loco, si tiene la Sagra del pesce. La manifestazione è contraddistinta dalla maxi-padella (26 quintali di peso, con un diametro di oltre tre metri) in cui verranno fritte 3 tonnellate di pesce distribuite gratuitamente in vaschette biodegradabili a decine di migliaia di visitatori.
La Sagra del Pesce, sarà preceduta da una tre-giorni di eventi, non solo gastronomici.
Giovedì 7 maggio, alle 19, in piazza Colombo, verranno consegnati i Premi Camogli e “Un manifesto per la sagra”. Venerdì sera, alle 19, aprirà i battenti in salita San Fortunato, nell’area del mercato coperto, il grande stand gastronomico con le specialità liguri, alle 21,30 musica dal vivo in piazza Colombo.
Sabato sera, alle 23,15, dopo la tradizionale processione, a Rivo Giorgio, grande concerto per fuochi d’artificio curato dalla Pirotecnica Morsani di Rieti.
Seguirà l’accensione dei falò sulla spiaggia a cura dei quartieri Porto e Pineto.
Per la serata di sabato, oltre ai battelli da Genova, dal Tigullio e da Recco, grazie a un accordo fra Regione Liguria e Trenitalia, circoleranno, da e per Camogli, due treni speciali.
Si tratta di sue treni storici degli anni ’30 con le vetture “centoporte” e un locomotore E 626 294 del 1937, prima macchina a corrente continua delle Ferrovie dello Stato.
Un treno partirà da Sarzana , l’altro da Genova, entrambi attorno alle 20, con ripartenza da Camogli all’una.