4° edizione a Torino del “VegFestival”

Il VegFestival di Torino, nella sua quarta edizione diventa internazionale: ospiti dagli Stati Uniti, dal Regno Unito, dall'Africa, dalla Germania, oltre ai tanti ospiti italiani, daranno al pubblico uno "spaccato di vita vegan" – come, perche', dove, quando, cosi' tante persone, in tutto il mondo scelgono una vita "senza crudelta'" verso gli animali e rispettosa dell'ambiente e delle persone.
Ancora una volta, presso lo "Spazio 211" di via Cigna 211, Torino, dal 16 al 18 giugno, dalle 10 di mattina alle due di notte questa grande festa all'aperto accogliera' un pubblico sempre piu' numeroso, con i suoi stand di prodotti 100% vegetali (una grande varieta' di cibi e bevande, cosmetici, prodotti per l'igiene personale, scarpe, vestiti, accessori, cibo per animali, prodotti erboristici, libri) e informativi (mostre sui vari aspetti della scelta vegan), le tante conferenze e dibattiti, le dimostrazioni di cucina, lo stand di animazione e giochi per bambini, gli spettacoli, e soprattutto il bar coi suoi appetitosi spuntini vegan e biologici e il ristorante – altrettanto vegan e altrettanto biologico! – che sfornera' ogni giorno centinaia di coperti con un menu diverso a ogni pasto.
L'inaugurazione ufficiale, alle 19 di venerdi' 16 giugno, vedra' un'ospite d'eccezione: Julia Butterfly Hill, nota in tutto il mondo per aver vissuto su una antica sequoia californiana chiamata Luna, all'altezza di 70 metri, dal dicembre 1997 al dicembre 1999, per impedire che venisse abbattuta assieme ad altri alberi della stessa area. Julia ha vinto, ha raccontato la sua storia in un libro, "La ragazza sull'albero" e ha fondato "The Circle of Life Foundation", che riunisce molte associazioni ambientaliste. Ma Julia non e' solo ambientalista, e' anche vegan, perche' chi rispetta e ama la Natura non puo' essere complice della sua distruzione causata dall'enorme impatto ambientale degli allevamenti intensivi ed estensivi, e chi e' cosi' sensibile da voler proteggere un albero non puo' certo rimanere indifferente di fronte alla tortura e alla morte di esseri senzienti come noi – gli animali d'allevamento. Per questo Julia ha voluto essere al VegFestival, per portare la sua testimonianza.
Tante sono le tematiche toccate dalle numerose conferenze: la scelta etica di non-crudelta' verso gli animali, la scelta di pesare meno sull'ambiente e sul sud del mondo, la salute nostra e dei nostri figli, la cucina e la ristorazione vegan, presentazioni di libri, la scelta vegetariana e vegan degli sportivi, le esperienze di attivisti vegan di altre nazioni.
Ma il VegFestival anche spettacolo: ogni sera alle 23.00 spettacoli di danza e concerti per tutti i gusti, faranno trascorrere la serata in pieno relax e divertimento, ascoltando buona musica e ballando.
Il tutto e' gestito interamente da volontari: l'evento e' non-profit, e serve a diffondere informazioni sullo stile di vita vegan, e alla sua organizzazione e realizzazione partecipano decine di volontari da tutta Italia, dalla Sicilia alla Val d'Aosta!

Concludono i volontari: "Il nostro festival e' prima di tutto un modo per farci conoscere da chi vegan non e', e quindi i primi che vogliamo invitare sono proprio le persone che di questo argomento ne sanno 'solo un poco' e vorrebbero saperne di piu', o chi e' curioso di provare la cucina vegan, o anche solo di farsi un giro tra gli stand. Ma il festival e' anche per i vegetariani, i vegan, gli attivisti, che vogliano rilassarsi e mangiare tranquilli in una festa totalmente senza crudelta', incontrare altre persone con cui scambiare idee, conoscere attivisti di altre nazioni".

http://www.vegfestival.org – info@vegfestival.org
3336705842

Note:
– In allegato la locandina a colori del VegFestival.
– Il programma completo del festival sara' reso disponibile al piu' presto sul sito, attualmente in costruzione per la quarta edizione.