21 Marzo: #tiramisuday

Quasi ogni giorno nel mondo si festeggia un prodotto, un piatto, un cibo.

E per il tiramisù? Dopo lo straordinario interesse e l’inevitabile querelle fra Friuli Venezia Giulia e Veneto suscitata dalla pubblicazione del nostro libro Tiramisù. Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato, edito da Giunti a metà del 2016, è nata l’idea. Ci siamo chiesti: in che data celebrare il #tiramisuday? Ma è ovvio: il 21 marzo, perché non c’è niente di meglio di un tiramisù per festeggiare l’arrivo della primavera e lasciarsi alle spalle il grigiore dell’inverno.

Del resto i “food days” sono entrati nella nostra vita: sono un modo simpatico per celebrare un piatto o un prodotto molto amato, con cene speciali a casa o nei ristoranti, allietate da cinguettii social e qualche foto su Instagram.

Abbiamo presentato il #TIRAMISUDAY Il 30 gennaio scorso a Eataly Trieste, per sottolineare le radici friulane di questo dessert, scoperte dal nostro libro. E abbiamo trovato un partner eccezionale per questo primo appuntamento.

Eataly lo festeggerà nei suoi store in tutto il mondo proponendo la “Coppa Trieste” ed altre golose ricette. Nei prossimi mesi inizierà anche un #tiramisutour con alcuni grandi chef stellati che ne presenteranno la loro interpretazione, da Milano a Roma a Torino.

La ricetta classica:

Ingredienti

mascarpone 500 gr.
biscotti savoiardi 300 gr.
zucchero 150 gr.
tuorli d'uovo freschissimi 6 pz.
cucchiai di marsala 4 pz.
tazze di caffè espresso lungo 4 pz.
cacao amaro in polvere

Come fare:

Sbatti i tuorli con lo zucchero, fino a che non diventeranno bianchi e spumosi. Unisci il Marsala (se non è destinato ai bambini, altrimenti si prepara senza liquore), poi il mascarpone e amalgama ottenendo una crema omogenea. Prepara i caffè e lasciali raffreddare. Versa il caffè freddo in una larga ciotola; inzuppa via via i savoiardi su entrambi i lati, velocemente, per evitare che si bagnino troppo, poi adagiali sul fondo di una pirofila rettangolare,
affiancati fra loro (la nostra è 20×25 cm, h 4-5 cm).

Ricopri i savoiardi con uno strato di crema. Ripeti l’operazione fino a esaurimento degli ingredienti, terminando con la crema.
Lascia raffreddare in frigo per un’ora e, al momento di servire, spolverizzae la superficie con un velo uniforme di cacao amaro setacciato.

Se preferisci, scalda il composto di tuorli, zucchero e Marsala in una casseruola a bagnomaria e portatelo a 82 °C (temperatura di pastorizzazione), mescolando velocemente per non farlo rapprendere; una volta freddo uniscivi il mascarpone. Se non hai il termometro da cucina, togli la crema dal fuoco quando mescolandola questa velerà il cucchiaio. In questo modo eviterai i rischi associati al consumo di uova crude.