148 le denominazioni tutelate italiane

Delle 148 denominazioni tutelate che compongono il paniere italiano, ben 26 possono essere prodotte dall'Emilia Romagna, seguita dal Veneto (21), dalla Lombardia (20) e dalla Toscana (19).
In ambito provinciale distinto per categoria merceologica, emerge la leadership di Parma per valore al consumo delle carni preparate Dop/Igp, quella di Mantova per i formaggi Dop, Firenze per gli oli extravergini Dop. Trento e' la prima per l'ortofrutta. Sono i dati del Focus di Agrifood, il salone del Made in Italy alimentare. Complessivamente, il valore al consumo di prodotti a marchio comunitario realizzato dalle prime dieci province ammonta ad oltre 6,2 miliardi di euro, pari cioe' al 72% dell'intero ammontare ricollegabile al paniere tutelato italiano.
Prosciutto di Parma e di San Daniele, Grana Padano e Parmigiano Reggiano contribuiscono per ben il 65% ai quasi 9 mld di valore al consumo attribuibile al paniere tutelato dei prodotti a denominazione d'origine.
Il primato dell'Emilia non e' solo sulla carta: la regione realizza da sola piu' del 44% dell'intero valore del sistema Dop/Igp.
La Lombardia incide per un altro 21% , il FVG l'11%